Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Mo: leader laburista Israele, Netanyahu cancelli discorso a Congresso Usa

Herzog alla conferenza di Monaco, ho avuto colloqui in proposito con leader europei e americani

ESTERI

Il controverso discorso che Benjamin Netanyahu dovrebbe pronunciare all'inizio di marzo al Congresso Usa diventa argomento di discussione anche alla conferenza sulla Sicurezza a Monaco, da dove il leader laburista israeliano Isaac Herzog invita il premier israeliano a cancellare l'appuntamento.


"Parlando con molti leader europei e degli Stati Uniti, è emersa la questione della crescente rabbia per il fatto che Netanyahu ha usato il dibattito sul nucleare iraniano a suo vantaggio politico trasformandolo in un conflitto con il presidente americano", ha detto Herzog, principale avversario del premier nelle elezioni israeliane di metà marzo.

"E' arrivato il momento che Bibi annuncii la cancellazione del discorso al Congresso - ha aggiuto - questo discorso, che è nato come una parte della sua campagna elettorale, mette in pericolo la sicurezza dei cittadini israeliani e le relazioni speciali tra Israele e gli Stati Uniti. Con tutto il rispetto per la tua campagna, Bibi - ha concluso il laburista rivolgendosi direttamente all'avversario politico - ora è arrivato il momento che ti comporti come un patriota israeliano e non getti la sicurezza di Israele sotto l'autobus delle elezioni".

Anche il leader di Yesh Atid, Yair Lapid, oggi ha criticato Netanyahu per essere stato capace "di andare in conflitto sia con la Casa Bianca che con il Congresso, questo è un atto politico che ha come obitteivo solo quello di ottenere qualche voto in più".

Tzipi Livni, la leader centrista alleata di Herzog in Campo Sionista, ha invece sottolineato come il vice presidente Joe Biden, che è presidente del Senato, ha fatto sapere che non si troverà al Congresso per il discorso: "Questo mostra quanto Netanyahu stia pensando al suo interesse personale e non al bene del Paese".

Biden, che oggi ha partecipato alla conferenza di Monaco, ha fatto sapere ieri che non potrà essere al Congresso il prossimo tre marzo perché impegnato in una missione all'estero.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.