Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Adottate alla nascita, due americane si scoprono sorelle all'università

erano nella stessa classe di scrittura creativa

ESTERI
Adottate alla nascita, due americane si scoprono sorelle all'università

Columbia university

Due sorelle, date in adozione alla nascita, si sono ritrovate e riconosciute una trentina di anni dopo alla Columbia University, dove entrambe avevano scelto il corso di scrittura creativa. Il primo giorno di lezione, l'insegnante ha chiesto agli allievi di presentarsi. E quando Lizzie Valverde ha raccontato la sua storia di bambina adottata, Katy Olson è sbiancata: tutto coincideva con la sua storia personale e le ricerche che aveva fatto su Internet.


Se fosse stato un film, come la storia delle gemelle separate di "Il cowboy con il velo da sposa" e il suo remake "Genitori in trappola" , la scena madre sarebbe potuta avvenire in classe. Ma Katy, racconta oggi il New York Times, ha aspettato la fine della lezione per abbordare Lizzie. E dopo qualche domanda personale, le ha detto: "penso che siamo sorelle". Riunite in un vicino caffè, le due giovani donne si sono scambiate i racconti di due vite parallele.

La 35enne Lizzie era stata adottata in New Jersey da un giornalista televisivo e la moglie, mentre la 34enne Katy è cresciuta il Florida e Iowa e ha avuto un'infanzia segnata da cure per una leggera paralisi cerebrale infantile. Entrambe appassionate di scrittura non hanno finito il liceo e sono approdate a New York dove hanno fatto diversi lavori, Lizzie come barista e assistente di un artista hip hop, Katie come attrice di cabaret. Poi la decisione, contemporanea, di tentare la strada della scrittura.

Tutte e due avevano fatto ricerche sulla madre biologica, che le aveva partorite da adolescente a Tampa, in Florida. Ma la sorella maggiore era riuscita ad incontrarla, dopo aver individuato il suo nome cancellato sul certificato d'adozione, mentre la minore aveva cercato senza successo di contattarla online. Lizzie aveva anche scoperto molte cose sull'esistenza travagliata della mamma, la 54enne Leslie Parker. Una vita segnata da povertà, droga e problemi con la legge, a cui si aggiunge anche un'aggressione da parte di Gary Ray Bowles, un serial killer oggi nel braccio della morte di un carcere della Florida per aver ucciso sei uomini gay.

Leslie Parker incontrerà per la prima volta Katie lunedì prossimo, in occasione della sua laurea. La donna, che ha poi cresciuto tre figli maschi, ha spiegato al New York Times, che diede le bimbe in adozione perchè allora "non ero in grado di occuparmene. Se le avessi cresciute non avrebbero avuto i privilegi di cui hanno goduto". "Sono giovani donne belle e brillanti - ha aggiunto - In loro vedo quello che avrei potuto essere. Vivono come avrei voluto".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.