Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Sorelle separate da bambine in Corea del Sud si ritrovano grazie allo stesso lavoro in Florida

ESTERI
Sorelle separate da bambine in Corea del Sud si ritrovano grazie allo stesso lavoro in Florida

Separate da bambine in Corea del Sud, si sono ritrovate decenni dopo negli Stati Uniti perché assunte nello stesso ospedale. Protagoniste due sorelle oggi 40enni, che evidentemente il destino vuole restino unite. Come riporta 'The Guardian', le due donne sono rimaste orfane da bambine e hanno trascorso molto tempo negli orfanotrofi sudcoreani, prima di essere adottate da famiglie americane.


Quando era molto piccola Eun-Sook, ora conosciuta come Meagan Hughes, era stata portata via dalla madre al padre alcolizzato. Ma la donna ha lasciato all'uomo la sorellastra, Pok-nam Shin, conosciuta con il nome Holly Hoyle O'Brien, di due anni più grande. Quando il padre morì, Pok-nam finì in un orfanotrofio a Pusan, 335 km a sud di Seoul. Nel 1978, all'età di nove anni, venne adottata da una coppia di americani che le diede un nuovo nome e la portò in Virginia.

Anche Eun-Sook ha ricordi di un orfanotrofio coreano ma ricorda poco della sua madre biologica o di quello che le è successo. Nel 1976 venne adottata anche lei da una famiglia americana, crescendo nello stato di New York, a circa 480 km dalla sorella.

All'inizio di quest'anno, Holly è stato assunta in un ospedale di Sarasota, in Florida, a lavorare come infermiera al quarto piano. Tre mesi più tardi, nello stesso piano, veniva assunta Meagan. Le due donne, facendo lo stesso orario, hanno subito stretto amicizia e iniziato a notare delle coincidenze. Finché hanno deciso di fare il test del Dna.

"Abbiamo ordinato il kit del Dna dal Canada e fatto i tamponi orali, che sono poi stati rispediti in Canada all'inizio di agosto. Il risultato è stato positivo. Tremavo ed ero al settimo cielo", ha raccontato Holly al Sarasota Herald-Tribune. Altrettanto sorpresa la sorellastra Meagan: "Quando Holly me lo ha detto la mia prima reazione è stata 'Oh mio Dio'. Ero sotto shock e intorpidita. Adesso ho una sorella".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.