Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Gli Eagles of Death Metal vicini alle vittime: "Ora siamo una famiglia"

ESTERI
Gli Eagles of Death Metal vicini alle vittime: Ora siamo una famiglia

Gli Eagles of Death Metal tornano a parlare dopo la terribile strage al Bataclan di cui sono stati testimoni. In un post su Facebook la band esprime la propria posizione riguardo l'accaduto. "Siamo orgogliosi di poterci rialzare insieme alla nostra nuova famiglia".


"Nonostante la band sia a casa al sicuro, siamo sconvolti e dobbiamo ancora fare i conti con quello che è successo in Francia. I nostri pensieri ed i nostri cuori sono principalmente col nostro fratello Nick Alexander, con i compagni della casa discografica Thomas Ayad, Marie Mosser e Manu Perez, e con tutti gli amici e i fan che hanno perso la vita a Parigi, così come con tutti i loro cari, amici e parenti.
Sebbene legati dal dolore ai fan, alle famiglie, ai cittadini di Parigi e a tutte le vittime del terrorismo, siamo orgogliosi di poterci rialzare insieme alla nostra nuova famiglia, uniti da un comune obiettivo di amore e di compassione. Vorremmo ringraziare la polizia francese, l'FBI, i dipartimenti di Stato di Stati Uniti e Francia, e soprattutto tutti quelli che hanno vissuto la storia in prima persona e che si sono aiutati tra di loro, dimostrando ancora una volta che l'amore vince sempre sul male".

La band ha dichiarato che per il momento tutti i concerti saranno sospesi. Il post termina con una frase in francese: "Vive la musique, vive la liberté, vive la France, vive EODM".

While the band is now home safe, we are horrified and still trying to come to terms with what happened in France. Our...

Posted by Eagles Of Death Metal on Mercoledì 18 novembre 2015



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.