Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Renzi: "No a un Consiglio europeo ogni 15 giorni"

ESTERI
Renzi: No a un Consiglio europeo ogni 15 giorni /Video

Al Palazzo dell'Eliseo, a Parigi, si è svolto il vertice dei leader socialdemocratici europei organizzato dal presidente francese Francois Hollande. I partecipanti sono arrivati intorno alle 10.30, uno alla volta, nel cortile del Palazzo, accolti dal presidente. Tra loro anche il presidente del Consiglio e segretario del Pd, Matteo Renzi (VIDEO).


L'austerity in Europa "non funziona, o come minimo ha portato sfortuna", basta guardare "la lunga fila di governi 'rigoristi'" che sono caduti "come in un domino": Grecia, Portogallo, Spagna e Irlanda, ha affermato Renzi durante il vertice, riferiscono fonti socialiste.

"Crescita, crescita, crescita", ha continuato il segretario del Pd e premier, sottolineando che non può essere che questo il 'mantra' dei Paesi riuniti oggi a Parigi. Bisogna dare una mano all'Europa, ha aggiunto, anche come politica: è tempo, ha detto, di un'iniziativa dei socialisti e dei democratici europei, che solleciti investimenti e flessibilità. Renzi ha evidenziato i rischi politici che comporta una linea di austerity a tutti i costi, rimarcando il pericolo dell'ingovernabilità, a fronte di un populismo montante. C'è bisogno di politica, ha proseguito, e i socialisti devono prenderla come una sfida in positivo. Oggi a Parigi, ha continuato Renzi, si sta facendo un passo avanti per dare unità e visione e strategia Pse-Democratici in Europa. Con l'Italia che su questi temi (lavoro, in particolare) "detta l'agenda".

Questo, ha aggiunto il premier, riguarda anche il lavoro delle istituzioni europee. "Non è possibile" fare un Consiglio europeo ogni 15 giorni, perché così si dà solo l'idea che non si riescono a governare processi epocali, come quelli migratori. Bisogna fare di più sul fronte investimenti, ha continuato Renzi. Il premier, da Parigi, ha aggiunto che gli investimenti su cultura, istruzione e periferie fanno parte di una risposta complessiva al terrorismo, sottolineando che non ci si può più limitare a una linea esclusivamente securitaria.

Al termine del vertice, il presidente del Consiglio ha poi rimarcato che "negli anni dell'austerity, con i governi precedenti" le politiche economiche rigoriste hanno comportato un dimezzamento degli investimenti, cosa che è "una follia" e che ha avuto conseguenze depressive sull'economia nazionale.

Lasciando il palazzo dell'Eliseo a Parigi, Renzi ha infine osservato: "Mi sembra che in Europa stia cambiando il clima e dobbiamo lavorare in questa direzione".

Il premier ha annunciato che il prossimo vertice dei leader socialisti dovrebbe tenersi a Roma, probabilmente dopo il 23 giugno.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.