Home . Fatti . Esteri . Ucciso Omar 'il ceceno', Is minaccia: "Vendetta sarà nella terra della Croce"

Ucciso Omar 'il ceceno', Is minaccia: "Vendetta sarà nella terra della Croce"

ESTERI
Ucciso Omar 'il ceceno', Is minaccia: Vendetta sarà nella terra della Croce

(Afp)

La vendetta per l'uccisione di Abu Omar al-Shishani sarà fatta nella "terra della Croce". E' la minaccia pronunciata da miliziani dell'autoproclamato Stato Islamico (Is) a Raqqa, roccaforte del 'Califfato' in territorio siriano, secondo quanto sostengono gli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani.


"l miliziani dell'Is hanno annunciato la morte di al-Shishani in una parata a bordo delle macchine e hanno attraversato in lungo e largo la città", nella Siria settentrionale, riferiscono gli attivisti dell'ong, vicina all'opposizione siriana con sede a Londra.

L'agenzia di stampa dell'Is, 'Amaq', ha riferito ieri sera della morte di al-Shishani, 'il ceceno', durante una battaglia nella città di Shirqat, a sud di Mosul, nel nord dell'Iraq.

Il Pentagono aveva annunciato lo scorso 4 marzo di aver ucciso il miliziano in un raid sferrato dalla Coalizione internazionale anti-Is a guida Usa nella Siria nordorientale.

A marzo lo stesso Osservatorio siriano per i diritti umani aveva affermato che Abu Omar 'il ceceno' era ancora vivo, seppur ''gravemente ferito''.

Shishani, il cui vero nome era Tarkhan Batirashvili (nato nel 1986), era considerato il braccio destro e consigliere militare del leader dell'Is Abu Bakr al-Baghdadi. Lo scorso anno gli Stati Uniti avevano posto una taglia di cinque milioni di dollari sulla sua testa.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.