Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Addio a Peres, i leader del mondo ai funerali dell'ex presidente israeliano

ESTERI
Addio a Peres, i leader del mondo ai funerali dell'ex presidente israeliano

Si è conclusa con la deposizione delle corone di fiori da parte dei massimi esponenti politici israeliani la cerimonia di sepoltura dell'ex presidente Shimon Peres sul Monte Herzl, accanto agli ex primi ministri Yitzhak Rabin e Yitzhak Shamir.


A deporre le corone sono stati tra i numerosi altri il presidente Reuven Rivlin, il premier Benjamin Netanyahu, il presidente della Camera, Yuli-Yoel Edelstein. Al termine della cerimonia Obama si è intrattenuto con i famigliari di Peres per fare loro le condoglianze.

Il feretro con le spoglie dell'ex presidente era stato trasferito dalla Knesset, la sede del Parlamento dove è stato esposto ieri, al Monte Herzl in mattinata. Alle esequie hanno partecipato molti leader stranieri, tra cui il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, arrivato in Israele alla testa di una folta delegazione di parlamentari democratici e repubblicani e della quale fa parte anche l'ex presidente Bill Clinton.

Alla cerimonia anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi, il presidente francese Francois Hollande e il presidente palestinese Mahmoud Abbas.

Simon Peres "ha fatto quello che ha potuto, in ogni momento della sua vita adulta, per la pace con i nostri vicini", ha dichiarato il premier israeliano Benjamin Netanyahu nel suo intervento ai funerali dell'ex presidente israeliano, "uno dei padri fondatori del nostro Paese, l'incredibile Simon Peres".

Netanyahu ha parlato della lunga rivalità politica con Peres, di cui poi è comunque diventato "amico stretto". "Il fatto che così tanti leader siano venuti a salutarlo da tutto il mondo è tributo al suo ottimismo", ha aggiunto, elencando i capi di Stato e di governo presenti al Monte Herzl, senza tuttavia citare il nome del presidente palestinese Mahmoud Abbas al quale ha il premier israeliano ha dato una stretta di mano prima della cerimonia.

Poi è stata la volta dei membri del comitato centrale di Fatah, Saeb Erekat, Huseyn al-Shaykh e Muhammad al-Madani. Stretta di mano anche tra il presidente dell'Anp e il presidente degli Stati Uniti.

L'ultima stretta di mano tra Abbas e Netanyahu risale a un anno fa, quando i due leader hanno partecipato a un vertice mondiale a Parigi, ma è da cinque anni a questa parte che i due non si riuniscono per un negoziato.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.