Home . Fatti . Esteri . Brigitte Macron, quale ruolo per la nuova première dame?

Brigitte Macron, quale ruolo per la nuova première dame?

ESTERI
Brigitte Macron, quale ruolo per la nuova première dame?

(Afp)

Descritta come "pilastro e confidente" di Emmanuel Macron, sua moglie Brigitte non passa inosservata anche se è rimasta spesso dietro le quinte. E ora in molti si chiedono che tipo di première dame potrà essere. Suo marito ha già detto di volerle dare un "ruolo pubblico". "Quando si viene eletti presidenti della Repubblica, si vive con qualcuno, si danno i propri giorni e le proprie notti, si dà la propria vita pubblica e quella privata. Bisogna dunque che la persona che vive con voi abbia un ruolo, che sia riconosciuta in questo ruolo", ha spiegato recentemente il presidente francese eletto all'emittente Tf1, sottolineando che tale ruolo non deve essere "remunerato".

Insegnante, fu così che conobbe Emmanuel di 24 anni più giovane, Brigitte pensa d'impegnarsi su temi a lei vicini. Temi come "l'universo femminile e sociale, l'istruzione, la disabilità, la cultura: il suo mondo", ha scritto Paris Match, ricordando i tanti incontri con associazioni e realtà difficili fatti da Brigitte durante la campagna elettorale a fianco del marito. "Ho scoperto la sofferenza degli altri, le persone pensano che forse potrei fare qualcosa per loro e così mi parlano liberamente", ha confidato al Journal du dimanche.

Come ha già fatto finora, Brigitte curerà sicuramente i rapporti con il mondo della cultura. Ma il suo ruolo più importante rimane quello di sostegno del marito, all'occorrenza capace anche di prenderlo bonariamente in giro perché rimanga con i piedi per terra, scrive l'Express, ricordando come lei in privato lo paragoni ironicamente a Giovanna d'Arco.

Brigitte "fa parte degli elementi della stabilità di Emmanuel Macron come candidato, non dubito che farà parte di questa stabilità quando sarà presidente", ha detto il portavoce del leader di EnMarche, Christophe Castaner.

Salita sul palco della vittoria sia dopo il primo che il secondo turno, la nuova première dame non vuole però stare troppo al centro dei riflettori. E avrebbe anche telefonato a Carla Bruni Sarkozy per chiedere consigli sulla gestione della sua immagine. Donna intelligente e ironica, Brigitte avrebbe anche qualche timore sulla tenuta della sua coppia, dato che la vita all'Eliseo ha messo alla prova molte unioni.

In Francia il ruolo di première dame non è codificato in alcun modo. Valerie Trierweiler, quando era ancora a fianco di Francois Hollande, aveva un proprio ufficio, con cinque collaboratori, al costo di quasi 20mila euro mensili. Ma se molti storcono il naso all'idea di inserire questo ruolo nella Costituzione, scrive l'Express, altri pensano che una legge potrebbe regolamentarlo, anche dal punto di vista finanziario. Si tratta comunque di una figura prevista dal protocollo, la cui gestione è finora avvenuta di volta in volta in maniera informale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.