Home . Fatti . Esteri .

Clima, Trump cambia idea

ESTERI
Clima, Trump cambia idea

(Foto Afp)

Donald Trump sarebbe disposto a far rientrare gli Stati Uniti negli accordi di Parigi sul clima, ma solo dopo drastici cambiamenti al trattato. Lo ha detto il presidente americano nell'intervista, rilasciata a Davos e che viene mandata in onda oggi, con il canale britannico Itv. "Gli accordi di Parigi per noi sarebbero stati un disastro - ha detto - se loro fanno un buon accordo, c'e sempre la possibilità che noi rientriamo".


"Tornerei indietro? Certo, mi piacerebbe, a me piace, come sapete Emmanuel", ha detto riferendosi al presidente francese Macron che è uno dei principali difensori dell'accordo e che Trump ha invitato per una visita di stato alla Casa Bianca. "Se qualcuno mi dicesse rientra nell'accordo di Parigi, questo dovrebbe essere completamente diverso perché gli Stati Uniti fecero un terribile affare", firmando quelli vecchi, ha poi aggiunto Trump.

Nonostante l'apertura alla possibilità di firmare dei nuovi accordi sul clima, drasticamente cambiati, Trump non ha mancato però di esprimere il suo scetticismo sulle teorie del global warming.

Alla domanda se creda che esistano i cambiamenti climatici, Trump ha risposto di credere che vi sia "un raffreddamento ed riscaldamento, prima non si parlava di cambiamenti climatici, ma global warming, non funziona però molto bene, dal momento che sta diventando più freddo in molti posti".

Il presidente ha poi citato come esempio le calotte polari che si diceva che "si sarebbero sciolte, ma ora sono a livelli record", con affermazione che non corrisponderebbe ai dati mostrati dalle ricerche scientifiche, come hanno ricordato già molti scienziati in risposta al tweet con cui, all'inizio di gennaio, Trump ha irriso al global warming di fronte all'ondata di gelo polare che ha investito gli Stati Uniti.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.