Home . Fatti . Esteri .

Valencia si prepara ad arrivo Aquarius

ESTERI
Valencia si prepara ad arrivo Aquarius

(Foto Afp)

La nave Aquarius alla fine arriverà in Spagna domenica. Dopo il cambio di rotta avvenuto ieri a causa del maltempo, l'imbarcazione con a bordo 106 migranti (dopo il trasferimento di 523 persone sulle navi italiane) ha da poco superato la Corsica.


La 'flottiglia', cioè l'insieme delle imbarcazioni, raggiungerà a tappe Valencia a partire da domenica se le previsioni del tempo non cambieranno, ha confermato il sindaco Joan Ribó come si legge su lavanguardia.com. E l'arrivo sarà scaglionato, "in modo da soccorrere nel modo migliore possibile le persone a bordo".

Ribò ha escluso di andare al porto al momento dell'arrivo dell'Aquarius perché il "compito dei politici non è andare lì a fare una foto", "la missione degli esperti" è invece quella di "fare il proprio lavoro." A suo avviso, "è molto importante che i media e i politici rispettino soprattutto la dignità della gente e in nessun caso il loro arrivo deve diventare uno spettacolo". Il sindaco ha anche spiegato che la città è tranquilla e "ci stiamo organizzando, specialisti e persone che conoscono i meccanismi stanno preparando tutto al meglio" ed è stato prudente mostrato nel dare dettagli sul dispositivo che eseguirà la prima attenzione occupanti della nave.

Come già annunciato, i migranti saranno divisi in gruppi: le donne in stato di gravidanza, persone con ferite e ustioni, famiglie con bambini, bambini e giovani non accompagnati e gli anziani. Riguardo alla possibilità che alcuni dei migranti possano essere espulsi, Ribó ritiene che lo Stato sia competente a decidere sulle procedure, anche se considererebbe "normale" concedere lo status di rifugiato a tutti i migranti sulla barca.

Quanto al fatto invece che alcuni possano essere trasferiti nei Cie, il sindaco avanza dei dubbi perché "potrebbero non essere i luoghi che rispondono a ciò che viene inteso come il rispetto dei diritti dei migranti".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.