Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Kim in Cina

ESTERI
Kim in Cina

(Afp)

Il leader nordcoreano Kim Jong-un, in visita oggi e domani a Pechino, è stato accolto dal presidente cinese Xi Jinping con una cerimonia militare all'ingresso della Sala Grande del Popolo, sede del Parlamento cinese. Lo hanno riferito i media di Stato, che stamattina avevano dato notizia della visita di Kim - la terza in tre mesi - a una settimana esatta dal vertice di Singapore con il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.


L'auspicio di Pechino, come ha spiegato un portavoce del ministero degli Esteri cinese, è che la visita di Kim "contribuisca ulteriormente a consolidare i rapporti tra Cina e Corea del Nord, a rafforzare le comunicazioni strategiche tra le parti su questioni di rilievo e a promuovere la pace e la stabilità nella regione".

PENTAGONO: SOSPESE MANOVRE USA-SUDCOREA - Intanto, una settimana dopo l'impegno assunto da Donald Trump con Kim Jong-un al vertice di Singapore, gli Stati Uniti annunciano la sospensione delle manovre militari congiunte con la Corea del Sud, che Pyongyang ha sempre considerato come un 'atto di guerra'. Lo ha annunciato la portavoce del Pentagono Dana W. White in una nota, nella quale si legge che, "coerentemente con l'impegno del presidente Trump e di concerto con la nostra alleata Repubblica di Corea, le Forze armate statunitensi hanno sospeso i 'giochi di guerra' difensivi previsti ad agosto, nome in codice Freedom Guardian".

La portavoce ha poi precisato che si stanno ancora studiando "ulteriori azioni e che nessuna decisione sulle manovre successive è stata presa". "Nel corso della settimana ci sarà un incontro al Pentagono con il segretario alla Difesa, il segretario di Stato e il consigliere per la Sicurezza nazionale sul tema - ha concluso White - Non ci sarà alcuna conseguenza per le esercitazioni nel Pacifico fuori dalla penisola coreana".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.