Home . Fatti . Esteri . Acido in faccia a bimbo di 3 anni

Acido in faccia a bimbo di 3 anni

ESTERI
Acido in faccia a bimbo di 3 anni

(Afp)

Avrebbero lanciato intenzionalmente dell'acido sul volto di un bimbo di soli tre anni, ustionandolo gravemente mentre si trovava sul suo passeggino. Questo l'insensato crimine avvenuto sabato scorso a Worcester, Inghilterra, all'interno di un negozio dove il piccolo si trovava in compagnia della mamma, l'Home Bargains store nella zona di Tallow Hill. Un gesto brutale, per il quale la polizia ha arrestato oggi a Londra tre uomini, dopo aver già preso in custodia un altro sospettato. Gli arresti, spiega il Daily Mail che sta seguendo da vicino il caso, sono arrivati dopo la diffusione da parte degli investigatori delle immagini riprese dalle telecamere di sicurezza presenti sul luogo dell'aggressione.
A finire in manette con l'accusa di cospirazione per gravi lesioni personali, quattro uomini di 39, 26, 25 e 22 anni. Se ancora non è chiaro il movente dell'aggressione al piccolo - che ha riportato ustioni al volto e alla braccia ed è stato dimesso ieri dall'ospedale pur non essendoci ancora una diagnosi sui danni a lungo termine -, per ora la polizia sta comunque trattando il caso come "un attacco deliberato".


"Al momento - ha spiegato il sovrintendente della polizia di West Marcia, Mark Travis - stiamo davvero cercando di capire il motivo, di conseguenza ci interessa parlare con i tre uomini delle immagini che abbiamo pubblicato". Gli uomini, spiega l'agente, "sono stati visti vicino al bambino nel momento dell'incidente e hanno lasciato il negozio poco dopo. Riteniamo che possano avere informazioni che potrebbero aiutarci a capire cosa è successo". Sarebbe escluso per ora dagli investigatori il movente razziale: il caso non sarebbe legato alla marcia contro il progetto di costruzione di una nuova moschea in città, che ha visto sfilare la formazione di estrema destra 'English Defence League' e che si è svolta a Worcester lo stesso giorno dell'aggressione al piccolo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.