Home . Fatti . Esteri . Usa-Cina, sale la tensione

Usa-Cina, sale la tensione

ESTERI
Usa-Cina, sale la tensione

(FOTOGRAMMA/IPA)

Tensione Pechino-Washington. Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, ha attaccato la Cina per aver promosso "pratiche commerciali scorrette", ribadendo la posizione dura della Casa Bianca nello scontro commerciale in corso tra le due principali economie mondiali.


"Gli Stati Uniti non cambieranno rotta a meno che la Cina non cambi la propria" ha detto Pence al summit della Cooperazione economica Asia-Pacifico (APEC) a Port Moresby, capitale di Papua Nuova Guinea. "Abbiamo preso misure decisive per risolvere il nostro squilibrio con la Cina", ha aggiunto il vice presidente Usa, che ha anche attaccato Pechino aver concesso a numerose economie emergenti prestiti infrastrutturali con termini che nel migliore dei casi sono "opachi" e "troppo spesso condizionati".

PECHINO - "Il protezionismo e l'unilateralismo danneggiano la crescita globale. La guerra commerciale non produrrà vincitori" ha detto il presidente cinese Xi Jinping, nel suo intervento al summit. Xi ha preso la parola prima del vicepresidente Usa Pence che, davanti alla platea, ha stigmatizzato le "pratiche commerciali scorrette" adottate da Pechino.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.
TAG: pence, usa, cina, dazi