Home . Fatti . Esteri .

Burkina Faso, trovato morto canadese

ESTERI
Burkina Faso, trovato morto canadese

(FOTOGRAMMA/IPA)

E' stato ritrovato morto nel nord del Burkina Faso al confine con il Niger, il canadese Kirk Woodman, geologo che lavorava per la società mineraria di Vancouver Progress Mineral Mining Company. Lo riferisce la televisione canadese Ctv, dopo che ieri era emersa la notizia del suo rapimento a Tiabangou, vicino alla frontiera col Niger. In mattinata, era stato rivelato il ritrovamento di un cadavere di "un uomo bianco", ucciso a colpi d'arma da fuoco e la Farnesina era stata allertata. Da un mese in Burkina Faso non si hanno notizie di Luca Tacchetto, 30 anni, e della sua compagna di viaggio canadese, Edith Biais, 34 anni, che si ritiene possano essere stati rapiti.


Il Canada "è sconvolto e profondamente rattristato" per l'uccisione del connazionale rapito dagli jihadisti. Lo ha detto il ministro degli Esteri di Ottawa Chrystia Freeland, dopo la conferma da parte delle autorità di Ougadougu che il corpo crivellato di colpi d'arma da fuoco rinvenuto ieri sera è quello di Kirk Woodman. Il suo cadavere è stato ritrovato ad una centinaio di chilometri dal luogo del rapimento. "Il Canada condanna i responsabili di questo terribile crimine - ha detto la Freeland in una nota - Stiamo lavorando con il governo del Burkina Faso e con gli altri partner internazionali per perseguire i responsabili e portarli davanti alla giustizia". "Kirk era un marito, padre, figlio e fratello affettuoso e un gran lavoratore - ha scritto il figlio Matt, giornalista per la tv canadese Ctv a Edmonton - Non ci sarà un giorno in cui non ci mancherà".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.