Home . Fatti . Esteri .

Autobomba contro scuola polizia a Bogotà, 21 i morti

ESTERI
Autobomba contro scuola polizia a Bogotà, 21 i morti

(Foto Afp)

E' salito a 21 il numero delle vittime provocato dall'esplosione di un'autobomba davanti ad un'accademia di polizia a sud di Bogotà, mentre i feriti sono 68. Lo ha riferito il quotidiano El Tiempo, citando fonti della sicurezza colombiana.
Dietro all'attentato potrebbero esserci i guerriglieri di sinistra dell'Esercito nazionale di liberazione (Eln). Lo sostiene la tv Caracol, che cita fonti di polizia, secondo cui l'autista alla guida del camion imbottito con 80 chili di esplosivo era malato terminale e sarebbe stato pagato dall'Eln per farsi saltare in aria. L'attentatore è stato identificato ieri dal procuratore generale Nestor Humberto Martinez nel 57enne Jose Aldemar Rojas Rodriguez, ex militante dell'Eln.
Secondo l'emittente, i terroristi stavano pianificando l'attacco da tre mesi e lo hanno fatto coincidere con il giuramento dei cadetti all'accademia General Santander, a sud di Bogotà. I colloqui tra il governo e l'Eln, avviati dall'ex presidente Juan Manuel Santos - protagonista di uno storico accordo di pace con le Farc - sono stati sospesi dal suo successore, Ivan Duque, non appena insediatosi lo scorso anno. Duque, vistando l'accademia dopo l'attentato, ha parlato di un attacco "contro l'intera nazione".




RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.