Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Guaidò: "Forze speciali a casa mia, dove c'è mia figlia"

ESTERI
Guaidò: Forze speciali a casa mia, dove c'è mia figlia

(Afp)

Juan Guaidó denuncia un'irruzione delle forze speciali venezuelane nella sua casa di Caracas e avverte che riterrà responsabile il regime di Nicolas Maduro del benessere della figlia, la piccola Miranda, nata nel 2017. "In questo momento il Faes si trova presso il mio domicilio, nella mia casa di famiglia. Ritengo responsabile il cittadino Nicolas Maduro dell'integrità di mia figlia, che lì si trova", ha twittato Guaidò, il leader dell'Assemblea Nazionale che ha giurato come presidente ad interim. Secondo quanto riferisce il quotidiano El Nacional, gli agenti delle Forze d'intervento speciale della polizia sono arrivate nella casa di Guaidò, mentre quest'ultimo partecipava ad un evento all'Università centrale del Venezuela assieme alla moglie Fabiana Rosales. I vicini si sono riuniti davanti alla casa battendo sulle pentole in segno di protesta per l'arrivo della polizia.


Guaidò si è poi mostrato davanti alla porta di casa con la figlioletta in braccio e la moglie Fabiana accanto. "Volevano spaventarmi, ma non si spezza una famiglia venezuelana", ha detto il leader dell'opposizione. In una conferenza stampa improvvisata davanti casa, riferisce El Nacional, Guaidò ha raccontato che i poliziotti del Fas erano venuti a chiedere informazioni sulla moglie e la sua famiglia.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.