Home . Fatti . Esteri .

Gilet gialli: "Ferita la nostra anima"

ESTERI
Gilet gialli: Ferita la nostra anima

(Fotogramma/Ipa)

di Emmanuel Cazalé


"Siamo feriti nel più profondo della nostra anima. E' stato colpito il nostro patrimonio religioso, spirituale e il nostro tesoro. Adesso il popolo francese ricostruirà Notre Dame anche se prenderà 15 o 20 anni: non lasceremo questo monumento in convalescenza". Così all'Adnkronos, Jacline Mouraud, 52 anni, la leader dei gilet gialli moderati che ha lanciato il movimento 'Les Emergents' e punta alle elezioni comunali del 2020 e non alle Europee come altri gilet gialli, commenta l'incendio che ha devastato la cattedrale francese.

"Mio dio che tristezza. E' stato colpito un patrimonio eccezionale, una cattedrale che aveva oltre 850 anni di storia. Il popolo francese è straziato", aggiunge Mouraud. La leader dei gilet gialli moderati Mouraud sta pensando anche a iniziative per aiutare alla rinascita di Notre Dame. "Sto riflettendo a quale iniziativa prendere, come contribuire a portare la nostra pietra all'edificio", aggiunge.

La leader dei gilet gialli moderati già da tempo ha fatto la scelta di non scendere più in piazza: "Basta con le protesta in piazza - spiega -. E' chiaro che le persone che continuano a manifestare colpiscono anche il nostro patrimonio come lo abbiamo visto quando è stato colpito l'Arco di Trionfo a Parigi. Chi continua a manifestare deve passare ad altro. La protesta non si può ridurre ad impedire alle persone di lavorare, a distruggere il commercio e a rompere".

La 'pasionaria', che ha dato il via alla protesta contro Macron con un video virale ell'ottobre del 2018 in cui contestava il caro carburanti e le misure del governo francese, evidenzia che ormai "la Francia ha un grande problema economico e non si può continuare a distruggere i commerci che chiudono creando disoccupazione. Continuare a manifestare in questo modo è molto grave. Ci sono persone che non capiscono che si può contestare in modo costruttivo non distruggendo", sottolinea.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.