Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Via della Seta, la svolta di Xi

ESTERI
Via della Seta, la svolta di Xi

(Foto Afp)

L'ambiziosa Belt and Road Initiative (Bri), la nuova 'Via della Seta' alla quale ha aderito anche l'Italia, deve essere trasparente ed economicamente sostenibile. Così il presidente cinese Xi Jinping ha cercato, durante il suo discorso alla cerimonia di apertura del secondo Forum sul piano infrastrutturale a Pechino, di dissipare i dubbi dei leader mondiali sul progetto.


"Tutto dovrà essere fatto in modo trasparente e combatteremo la corruzione con tolleranza zero", ha detto Xi ad un pubblico che includeva rappresentanti di oltre 100 paesi, tra cui quasi 40 capi di Stato e di governo e la leadership cinese.

Xi ha detto che la Cina ha incoraggiato le società partecipanti a essere trasparenti nelle fasi di appalto per i contratti per il progetto, che è stato presentato da Pechino cinque anni fa, e ha sottolineato che la BRI deve adottare un "approccio orientato allo sviluppo". "Dobbiamo aderire ai concetti di apertura, sostenibilità ambientale e pulizia. Costruire infrastrutture di alta qualità, sostenibili, resistenti ai rischi e a un prezzo ragionevole aiuterà i Paesi a utilizzare a pieno le loro risorse", ha affermato Xi.

Nel suo discorso di apertura, Xi ha insistito molto anche sull'aspetto ambientalista della Via della Seta. Vogliamo promuovere, ha detto, "una coalizione di città sostenibili e una coalizione per uno sviluppo 'green'. Il leader cinese ha parlato anche di rafforzamento della tutela della proprietà intellettuale e di limiti ai trasferimenti non necessari di tecnologia, rispondendo così ai dubbi della società internazionali che in Cina sono costrette a lavorare con partner locali. Xi ha infine sottolineato il ruolo della Bri nella promozione di scambi culturali e scientifici, con laboratori congiunti, ma anche parchi scientifici e tecnologici.

A Pechino è arrivato nel frattempo anche il premier Giuseppe Conte. ''Vorrei elogiare il presidente Xi e il governo cinese per la loro leadership nell'ospitare questo importante vertice. Ieri abbiamo discusso i legami finanziari che possono creare posti di lavoro e nuove opportunità per le nazioni coinvolte nell'iniziativa Belt and Road - nota come Bri. Domani, i leader si riuniranno per discutere la prossima fase dell'iniziativa Bri, incentrata sull'attuazione. Ciò comprenderà modi per promuovere ulteriormente gli scambi commerciali, favorire una maggiore inclusione finanziaria e facilitare i contatti interpersonali. Oggi, mentre ci prepariamo per questa nuova fase - o quello che mi piace chiamare 'Bri 2.0' - sembra opportuno rivedere prima di tutto dove siamo stati. E poi, insieme, considerare le lezioni apprese per raggiungere un maggiore equilibrio e andare avanti'', sottolinea Christine Lagarde, direttore generale della Fmi, Fondo monetario internazionale ad un Forum sulla Bri a Pechino



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.