Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Via il capo del Pentagono

ESTERI
Via il capo del Pentagono

Patrick Shanahan (Afp)

Patrick Shanahan, dallo scorso gennaio capo del Pentagono ad interim, rinuncia alla nomina effettiva ed all'incarico. Lo ha annunciato lo stesso Donald Trump in un tweet in cui ringrazia per "il lavoro straordinario" l'ex manager della Boeing che avrebbe deciso di "non andare avanti con il processo di conferma per dedicare più tempo alla sua famiglia".


Ma l'annuncio arriva poche ore dopo che Usa Today ha rivelato i dettagli di accuse di violenza domestica, che erano state rivolte all'attuale segretario alla Difesa ad interim dall'allora moglie nel 2010, finite nel radar dell'Fbi durante i controlli a tappeto che vengono fatti prima di una nomina. Trump rende noto nel tweet anche che Mark Esper, attuale segretario all'Esercito, diventerà il nuovo segretario alla Difesa ad interim.

Il giornale sottolinea come l'incidente non fosse emerso né quando Shanahan era stato nominato numero due del Pentagono né quando aveva assunto la guida ad interim dopo le dimissioni di Jim Mattis, in segno di protesta per il ritiro dalla Siria. Secondo quanto rivelato, all'epoca dei fatti sia Shanahan che la moglie si era accusati a vicenda di violenze. Shanahan si è difeso dicendo di "non aver mai alzato" le mani contro l'ex moglie.

Ancora prima della decisione repentina di Trump, il giornale sottolineava come questo incidente potesse costituire un grave ostacolo nel processo di conferma al Senato. Senza contare che i senatori democratici avrebbero sicuramente sollevato domande e dubbi sul come sia stato possibile che questo episodio non fosse emerso durante il processo di ratifica della nomina a vice due anni fa.

Al giornale Shanahan aveva dichiarato che questo episodio dimostra come il suo divorzio non sia stato "diverso da quello di molte famiglie che devono affrontare sfide quando la persona amata combatte con l'abuso di sostanze e problemi emotivi". Ed aveva espresso rammarico che la privacy dei suoi figlio fosse stata violata.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.