Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Israele verso un governo di unità

ESTERI
Israele verso un governo di unità

Benny Gantz (Afp)

"I cittadini di Israele sono andati a votare ed hanno mostrato chiaramente la loro decisione, hanno scelto l'unità, l'unità prima di tutto". E' quanto ha detto Benny Gantz mostrandosi pronto ad un "ampio governo di unità liberale" di cui rivendica la guida in quanto vincitore delle elezioni.


"Sarò io a guidare le trattative con responsabilità e giudizio per ottenere il meglio per i cittadini israeliani nelle condizioni che abbiamo creato", ha detto ancora il leader di Blu e Bianco che ha avuto 32 seggi contro i 31 del Likud di Benjamin Netanyahu. Le trattative per la formazione del governo "richiederanno determinazione ed aderenza ai nostri principi, non ci saranno scorciatoie", ha aggiunto Gantz. "Io governo che io istituirò dovrà essere efficace e capace di azione reale e governance", ha concluso.

Qualche ora prima, Netanyahu aveva esortato Gantz a dar vita assieme a lui ad un governo di unità nazionale. "Durante le elezioni - ha dichiarato il premier israeliano - ho promosso la formazione di un governo di destra, ma, purtroppo, il risultato delle elezioni ha dimostrato che ciò non è possibile". "Pertanto - ha aggiunto - non ci sono altre scelte se non dare vita ad un ampio governo di unità".

Il premier si è quindi rivolto direttamente al suo principale avversario, Gantz: "Mi rivolgo a lei. Benny, sta a noi dar vita ad un ampio governo di unità oggi. Il paese si aspetta da entrambi che lavoriamo assieme. Incontriamoci oggi. A qualunque ora, in qualunque momento. Per dar vita a questo processo che attendono da noi in questo momento".
“Non possiamo e non abbiamo motivo di andare ad una terza elezione. Mi oppongo a questo. Al momento siamo chiamati a formare un ampio governo di unità oggi", ha ribadito il premier, citato dai media israeliani.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.