Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Fds: "Dagli Usa una pugnalata alle spalle"

ESTERI
Fds: Dagli Usa una pugnalata alle spalle

(Afp)

La decisione degli Stati Uniti sulla Siria è stata "una pugnalata alle spalle" che ha colto di sorpresa le Forze democratiche della Siria, l'alleanza curdo-araba delle Fds che gli Usa hanno sostenuto in funzione anti-Isis. Lo ha sostenuto un portavoce delle Fds in dichiarazioni al canale al-Hadath.


Secondo il Centro per il coordinamento e le operazioni militari delle Fds un "attacco turco" rischierebbe di annullare i successi nella lotta all'Isis e di fare della Siria una "zona di conflitto permanente". Le Fds, che per anni è stato il partner più affidabile degli Stati Uniti nella lotta contro lo Stato islamico, affermano di aver rispettato gli impegni previsti dall' "accordo sul meccanismo di sicurezza, smantellando le fortificazioni militari tra Tell Abyad e Ras al-Ayn, ritirando le unità di combattimento con le armi pesanti" dalle zone lungo il confine con la Turchia.

"Nonostante l'accordo sul meccanismo di sicurezza - si legge in un tweet del portavoce Fds Mustafa Bali - le forze americane non hanno rispettato i loro impegni e hanno iniziato a ritirarsi dal confine (tra Siria e Turchia), lasciando che l'area si trasformi in una zona di guerra". "Ma - aggiunge il tweet - le Fds sono determinate a difendere il nordest della Siria a tutti i costi".

Trump: "Curdi hanno avuto soldi e armi, noi ce ne andiamo"



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.