Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Coronavirus, colpo in Giappone: rubate 6.000 mascherine

ESTERI
Coronavirus, colpo in Giappone: rubate 6.000 mascherine

Una fabbrica di mascherine (foto AFP)

Maxi furto di mascherine in Giappone. Da un ospedale di Kobe sono "sparite" 6.000 mascherine, per un valore di 40.000 yen (circa 330 euro), scrivono il Japan Times e Asahi Shimbun. L'Nhk, il servizio pubblico radiotelevisivo giapponese, parla proprio di "furto". Sui fatti indaga la polizia.


Le mascherine, che vanno letteralmente a ruba dall'inizio dell'emergenza coronavirus, erano custodite in un locale solitamente chiuso del Japanese Red Cross Kobe Hospital. Già giovedì scorso un dipendente si era accorto che mancavano all'appello diversi pacchi di mascherine, ma solo ieri i fatti sono stati denunciati alla polizia. Dalla struttura parlano di un episodio "deplorevole" e assicurano di avere mascherine a sufficienza per medici e infermieri.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.