Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Coronavirus, Ue stanzia 232 milioni

ESTERI
Coronavirus, Ue stanzia 232 milioni

(Fotogramma)

La Commissione Europea "ha deciso di mobilitare 232 mln di euro per aiutare la lotta globale contro il coronavirus". Lo ha annunciato il commissario europeo alla Gestione delle crisi Janez Lenarcic, in conferenza stampa a Bruxelles. "Si tratta - spiega il commissario sloveno - di un contributo dei servizi, sotto la guida dei commissari Urpilainen, Gabriel e me stesso. Di questi circa 230 mln, 114 andranno all'Oms per la preparazione globale, 15 mln andranno a Paesi partner per rafforzare la loro resilienza e preparazione al coronavirus". Altri "100 mln di euro andranno alla ricerca per lo sviluppo di vaccini e cure che avrà un beneficio globale. Questi includono 45 mld di contributi dall'industria farmaceutica, nel contesto delle partnership tra pubblico e privato", conclude Lenarcic.


Il comitato Ue per la sicurezza sanitaria si è riunito a Bruxelles per esaminare la situazione relativa alla Covid19 sul territorio dell'Ue. Con Lenarcic anche la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides. Il comitato, istituito nel 2001, è presieduto da un rappresentante della Commissione e riunisce esperti dei ministeri della Salute degli Stati membri. Ha il mandato di rafforzare il coordinamento e la condivisione delle migliori prassi in campo sanitario e delle informazioni sulle attività di preparazione a livello nazionale. Gli Stati membri si consultano vicendevolmente, all'interno del comitato per coordinare gli interventi contro le "minacce serie alla salute di carattere transfrontaliero, inclusi gli eventi dichiarati come emergenza per la salute pubblica di livello internazionale dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, in accordo con i regolamenti internazionali in ambito sanitario".

"La priorità dell'Ue resta il contenimento della malattia" provocata dal nuovo coronavirus Sars Cov 2. "Stiamo anche rafforzando il livello di preparazione. Abbiamo iniziato dei piani di emergenza (contingency plans, ndr) a livello Ue e forniamo sostegno agli Stati membri per le misure di emergenza", ha detto ancora Lenarcic alla stampa, per poi complimentarsi "per la risposta pronta e professionale delle autorità italiane all'epidemia" di Covid19 emersa nel corso del weekend in alcune zone della Lombardia e del Veneto. "Abbiamo una collaborazione eccellente con l'Italia nel campo della Protezione Civile e sono fiducioso, perché l'Italia ha persone esperte ed ha le strutture per affrontare questa epidemia in maniera ben coordinata", ha aggiunto.

"La situazione in Italia" per quanto concerne la Covid19 "desta naturalmente preoccupazione e dimostra quanto è importante che gli Stati membri siano preparati e pronti, nel caso debbano affrontare la stessa situazione", spiega la commissaria europea alla Salute Kyriakides. "Sono stata in stretto contatto con il ministro Roberto Speranza negli ultimi giorni - continua Kyriakides - e sono stata informata che sono state prese le misure necessarie ad impedire la diffusione della Covid19. Voglio lodare le autorità italiane per aver agito in modo così rapido, efficace e trasparente, cosa quest'ultima che è molto importante".

"Come tutti i virus - prosegue la commissaria - anche quello che provoca la Covid 19 non conosce confini. Possiamo evitare una diffusione ulteriore del virus solo se lo affrontiamo a livello globale e lavoriamo insieme, avendo come priorità la protezione dei cittadini. Abbiamo seguito la situazione in Italia molto attentamente nel corso del fine settimana. Gli sviluppi rapidi nel corso del weekend dimostrano quanto rapidamente la situazione possa cambiare", conclude.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.