Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Coronavirus, Cuomo: "A New York oltre 25mila casi"

ESTERI
Coronavirus, Cuomo: A New York oltre 25mila casi

Foto Fotogramma

"Il numero dei contagi a New York sta raddoppiando ogni tre giorni". E' quanto ha detto il governatore Andrew Cuomo in una conferenza stampa durante la quale ha precisato che i casi confermati sono almeno 25.665. Il governatore democratico ha aggiunto che si stima che saranno necessari 140mila posti letto, 40mila in terapia intensiva. Attualmente lo stato ne ha 53mila. "Rovescerò l'intero stato per avere i posti letto necessari, ma abbiamo bisogno di personale medico", ha aggiunto affermando che sta valutando di usare i 'dorm' delle università ed alberghi e di richiamare gli addetti sanitari in pensione.


Cuomo ha detto che il problema più urgente dello stato è la mancanza di respiratori, sottolineando di essere riuscito a procurarne 7mila ma di averne bisogno di almeno altri 30mila dal momento che "possono fare la differenza tra la vita e la morte" per alcuni pazienti. Il governatore ha spiegato che gli ospedali dello stato stanno adottando anche procedure sperimentali come condividere i respiratori tra due pazienti, perché "non abbiamo alternative".

E poi ha attaccato Donald Trump accusandolo di non voler usare il Defense Production Act, la legge che da il potere al governo federale di indirizzare e rafforzare la produzione industriale in tempi di guerra, per non aumentare la produzione locale di respiratori. "E' inspiegabile" perché il presidente non usi questi poteri per far arrivare i respiratori a New York, ha detto ancora il governatore dem secondo il quale il picco dell'epidemia non è stato ancora raggiunto e potrà essere raggiunto tra 14-21 giorni.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.