Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Coronavirus, inviato Onu in Siria: "Cessate il fuoco immediato"

ESTERI
Coronavirus, inviato Onu in Siria: Cessate il fuoco immediato

(Afp)

L'inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Geir Pedersen, ha rivolto un appello per ''un cessate il fuoco immediato, completo e su scala nazionale'' per permettere di concentrare ''tutti gli sforzi per eliminare il coronavirus''.


Il diplomatico si è richiamato alle parole del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, che aveva chiesto un ''cessate il fuoco mondiale'' per poter indirizzare gli sforzi nel contrastare la diffusione del Covid-19. Con un intervento su Twitter, Pedersen ha anche chiesto il ''rilascio di tutti i detenuti e delle persone rapite in Siria'', invitando a fornire ''cure mediche ai prigionieri''.

Quindi l'inviato delle Nazioni Unite ha rivolto un appello ai ''donatori internazionali'' perché facciano la loro parte per combattere la diffusione del coronavirus e forniscano ''tutto il sostengo umanitario necessario, rispondendo agli appelli dell'Onu''. In particolare, Pedersen ha invitato a ''fare ciò che si deve per permettere che i siriani in tutte le parti del Paese abbiano accesso alle risorse e al materiale necessario a combattere il virus''. Nei giorni scorsi il Segretario generale dell'Onu Antonio Guterres aveva sottolineato come sia ancora più difficile, per i sistemi sanitari al collasso nei Paesi colpiti dalla guerra, affrontare l'emergenza coronavirus.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.