Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Coronavirus, oltre 700 morti a New York e Trump pensa a quarantena

ESTERI
Coronavirus, oltre 700 morti a New York e Trump pensa a quarantena

(Afp)

Sono almeno 728 le persone morte a New York per il coronavirus. Lo ha detto il governatore di questo Stato, Andrew Cuomo, aggiungendo che i contagiati sono ormai 52.318. Ieri sono state 172 le persone ricoverate in terapia intensiva.


Il picco di contagi da coronavirus nella Grande Mela arriverà fra 14-21 giorn, ha aggiunto Cuomo, evidenziando che a quel punto serviranno 140mila posti letti negli ospedali della città. Intervenuto nell'ormai consueta conferenza stampa giornaliera sulla situazione coronavirus, Cuomo ha sottolineato che il reperimento di respiratori rimane la massima priorità.

Per alleggerire il carico sugli ospedali, lunedì arriverà nel porto della città l'unità navale Usns Comfort, che servirà da nave ospedale. Verranno messi così a disposizione mille posti letti aggiuntivi per malati di coronavirus.

TRUMP - "Lo stiamo valutando e prenderemo una decisione". Donald Trump si è espresso così sull'ipotesi di imporre la quarantena a New York. "Sarebbe per un periodo breve di tempo" per alcuni parti dello stato di New York, del Connecticut e del New Jersey, ha aggiunto, precisando: "Ne parlerò con il governatore".

CUOMO - Quarantena a New York? Il governatore Cuomo ha detto che il presidente Donald Trump non gliene ha parlato e ha aggiunto di non sapere "cosa significhi". "Ho parlato con il presidente della nave ospedale che sta arrivando", ha detto Cuomo in conferenza stampa, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano delle parole di Trump su una possibile quarantena a New York. "Non ho parlato con lui di alcuna quarantena, non abbiamo avuto questa conversazione. Non so nemmeno cosa significhi", ha affermato il governatore democratico.

Trump ha detto di aver avuto conversazioni telefoniche sia con Cuomo che con il governatore della Florida, il repubblicano Ron DeSantis. Ma quando si è riferito a Cuomo ha detto che avevano parlato della nave. Poi però ha riferito ai giornalisti della possibile quarantena. "Stiamo pensando ad alcune cose - ha detto - Alcune persone vorrebbero vedere New York in quarantena perché è un focolaio, New York, il New jersey ... ci sto pensando ora... c'è la possibilità che farò una quarantena, per breve tempo, due settimane, New York, probabilmente il New Jersey, certe parti del Connecticut". "Potremo imporre restrizioni ai viaggi. Perché hanno dei problemi in Florida. Tanti newyorchesi ci vanno. Non vogliamo questo. Molto infetti", ha detto Trump, aggiungendo che ha un buon dialogo con Cuomo e che poi gli parlerà.

La newsletter del Washington Post, tutte le informazioni sulla pandemia



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.