Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Cuomo, messaggio a Trump: "Una casa divisa non sta in piedi"

ESTERI
Cuomo, messaggio a Trump: Una casa divisa non sta in piedi

(Afp)

"'Una casa divisa al suo interno non può stare in piedi', diceva Abraham Lincoln. Non c'è tempo per dividerci, ci chiamiamo Stati Uniti: l'unità è stata sempre fondamentale. Sono morte altre 540 persone nel nostro stato. Tutti vogliono riaprire, nessuno vuole riaprire più di me. Ma bisogna effettuare test e tracciare i contatti, altrimenti l'epidemia riparte". Sono le parole di Andrew Cuomo, governatore dello stato di New York, nel consueto briefing quotidiano sull'emergenza coronavirus.


"Nessuno più di me vuole che l'economia riapra. Siamo tutti sulla stessa barca. Al momento, riassumendo, una persona ne infetta una. Quando l'epidemia si è scatenata, una persona ne infettava 1,4. Possiamo permetterci di arrivare a 1,2 prima che i numeri dei ricoveri tornino ad aumentare in maniera vertiginosa", afferma nel briefing quotidiano.

"Per riaprire in maniera ponderata sono fondamentali i test per individuare chi è positivo e tracciare i contatti: testare e tracciare, per farlo serve un esercito di persone, perché una persona positiva può portare ad altri 10-20 da individuare", dice. Le autorità hanno contattato 50 laboratori in grado di effettuare i test e hanno chiesto alle strutture cosa serve per raddoppiare gli esami: "Ci hanno detto che il problema principale riguarda i reagenti. I produttori sono controllati dal governo federale. Abbiamo bisogno della collaborazione del governo federale

Il governatore snocciola i dati del bollettino quotidiano. "Ieri sono morte altre 540 persone. Non è un numero alto come quelli dei giorni precedenti, ma sono sempre 540 persone decedute, 540 famiglie. In particolare, 504 sono morte in ospedale e 36 nelle case di riposo. Il numero dei ricoverati scende, è una notizia positiva. Negli ultimi 3 giorni i dati suggeriscono che la curva sta scendendo. Anche i numeri relativi ai pazienti in terapia intensiva e alle persone che necessitano di essere intubate sono in discesa. Abbiamo però altre 2000 persone ricoverate in ospedale per coronavirus, è una cifra che registravamo a marzo", dice ancora. Ieri, Cuomo ha stigmatizzato la condotta del presidente Donald Trump. Oggi, il governatore manda messaggi più concilianti e invita alla collaborazione. "Stiamo vivendo un'esperienza terribile a tutti i livelli, è una situazione disastrosa a livello economico, mentale, psicologico. Non abbiamo mai vissuto niente del genere. In mezzo a tutto questo non c'è spazio per la politica, non possiamo permettercelo. Non sto correndo per nulla, sono il governatore dello stato di New York finché non mi mandano via. Non ho un'agenda politica", dice prima di citare Abraham Lincoln. "Se ci sono divisioni, è peggio. 'Una casa divisa al suo interno non può stare in piedi', diceva Abraham Lincoln. Non c'è tempo per dividerci, ci chiamiamo Stati Uniti: l'unità è stata sempre fondamentale"



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.