Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Louisville, polizia spara proiettili urticanti contro reporter

ESTERI
Louisville, polizia spara proiettili urticanti contro reporter

Foto Fotogramma

Un altro reporter attaccato dalla polizia americana mentre copre le rivolte che da Minneapolis si stanno allargando in tutta l'America per l'assassinio di George Floyd. E' successo a Louisville, in Kentucky, dove una reporter di una televisione locale ed il suo cameraman sono stati presi di mira da un poliziotto che stava sparando proiettili con all'interno gas urticante al peperoncino.


Durante il collegamento con Wave 3 News, affiliata della Cbs, Kaitlin Rust ha gridato "mi stanno sparando!", mostrando le immagini di un poliziotto che puntava la pistola con i proiettili urticanti contro il cameraman. "Sono solo proiettili al peperoncino", ha poi aggiunto ribadendo che "stavano sparando direttamente contro di noi".

Nelle proteste di due notti fa a Louisville spari sono stati esplosi contro sette persone, due delle quali sono ricoverate in ospedale. Nella città la protesta si concentra non solo sul caso Floyd ma anche su quello di Breonna Taylor, uccisa nel suo appartamento lo scorso 13 marzo durante una perquisizione nel da parte di agenti in borghese che avevano un mandato per un uomo che non abitava più in quell'edificio. L'Fbi ha aperto un'inchiesta sul caso.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.