Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Nordcorea, Pyongyang invierà soldati al confine Sud

ESTERI
Nordcorea, Pyongyang invierà soldati al confine Sud

(Afp)

Pyongyang ha in programma di riprendere le esercitazioni militari lungo il suo confine con la Corea del Sud e intende inviare soldati nelle zone che erano state smilitarizzate in seguito agli accordi del 2018. L'annuncio segue la distruzione di un ufficio di collegamento intercoreano a Kaesong da parte di Pyongyang, che ha rifiutato l'offerta di Seul di mandare un inviato speciale per la de-escalation.


Secondo quanto riferiscono i media nordcoreani citando i vertici dell'esercito di Pyongyang, i militari saranno inviati nel parco industriale della città di Kaesong e sulle montagne di Kumgang nella costa orientale. Verranno inoltre ripristinati i posti di guardia nella zona cuscinetto che separa i due Paesi, hanno aggiunto le fonti.

La notizia appresa con ''profondo rammarico'' da Seul, che ha chiesto ''con urgenza di evitare che la situazione peggiori ulteriormente'', come ha dichiarato il ministero dell'Unificazione della Corea del Sud in una nota rilanciata dall'agenzia di stampa 'Yonhap'. Intanto proprio il titolare del dicastero, il ministro Kim Yeon-chul ha presentato stamani le dimissioni assumendosi le responsabilità per il peggioramento dei rapporti con la Corea del Nord. Il presidente sudcoreano Moon Jae-in non ha ancora accettato formalmente le dimissioni di Kim.

La Corea del Nord ''pagherà sicuramente un prezzo, se davvero agirà in questo modo'', ha invece annunciato il direttore delle operazioni degli Stati Maggiori della Corea del Sud, Jeon Dong-jin.

Il ministero della Difesa sudcoreano ha quindi espresso ''profonda preoccupazione'' per i piani militari annunciati dall'esercito nordcoreano, sottolineando che questi vanno contro i precedenti accordi tra Suel e Pyongyang, compreso quello del 2018.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.