Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Trump, giudice blocca 'libro verità' della nipote

ESTERI
Trump, giudice blocca 'libro verità' della nipote

Un giudice di New York ha bloccato la pubblicazione del libro di Mary Trump in cui lo zio presidente viene definito "l'uomo più pericoloso del mondo". La decisione del giudice Hal Greenwald imprime quindi uno stop alla pubblicazione della libro, prevista il 28 luglio prossimo, fino a quando non avrà deciso sul ricorso presentato dal fratello di Donald Trump, Robert, che sostiene che la nipote, figlia del primogenito ora defunto Fred, scrivendo il libro ha violato un accordo di riservatezza firmato quando è stata chiusa la disputa sul patrimonio di famiglia.


L'avvocato di Mary Trump ha subito definito l'ordine, per quanto temporaneo, del giudice una "violazione del primo emendamento" con il quale ricorrerà in appello. "Questo libro, che affronta questioni di grande interesse pubblico e importanti su un presidente che cerca di essere rieletto, non deve essere bloccato neanche per un giorno", ha aggiunto.

Anche Simon & Schuster, editori di "Too Much and Never Enough: How My Family Created the World's Most Dangerous Man," ("Troppo e mai abbastanza: come la mia famiglia ha creato l'uomo più pericoloso del mondo" ), hanno anche annunciato un ricorso contro lo stop al libro, che ad un mese dalla sua pubblicazione è già entrato nella lista dei best seller per le prenotazioni.

Nel libro, Mary Trump promette di "gettare luce sulla buia storia della famiglia per spiegare come suo zio sia diventato l'uomo che ora minaccia la salute, la sicurezza economia e il tessuto sociale dell'intero mondo". Secondo quanto antcipato, la nipote di Trump rivelerebbe anche aneddoti piccanti sullo zio.

Riguardo poi all'accordo di riservatezza che "le impedirebbe di parlare della lite con la famiglia" per l'eredità, gli editori affermano di non aver mai saputo della sua esistenza fino a due settimane fa. Del resto, Mary Trump era stata la fonte dell'inchiesta sulle finanze di Trump con cui nel 2018 il New York Times vinse il Pulitzer, ed in quell'occasione - sottolineano i legali degli editori - non vi fu nessuna azione legale contro di lei. Infine, affermano che potrebbe essere troppo tardi per bloccare le anticipazioni del libro visto che "migliaia di copie sono già state inviate" per le recensioni.

Fred Trump jr morì nel 1981 a causa delle malattie provocate dell'alcolismo, quando Mary aveva 16 anni. Quando nel 1999 morì il patriarca della famiglia, Fred, lei e il fratello, Fred III; intentarono causa agli zii affermando che avevano fatto cambiare il testamento al nonno per togliere loro parte dell'eredità.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.