Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Trump: "Campagna spietata per cancellare la nostra storia"

ESTERI
Trump: Campagna spietata per cancellare la nostra storia

Donald Trump (Afp)

Donald Trump contro "la campagna spietata per cancellare la nostra storia" e contro "il fascismo di sinistra" dei media e delle scuole. In un discorso dal Monte Rushmore alla vigilia del 4 luglio, il presidente degli Stati Uniti è tornato ad attaccare quanti nelle ultime settimane stanno portando avanti la campagna per abbattere statue e monumenti "razzisti" o "imperialisti" nell'ambito delle proteste iniziate a fine maggio dopo l'uccisione dell'afroamericano George Floyd da parte della polizia in Georgia.


"La nostra nazione sta assistendo ad una campagna spietata per cancellare la nostra storia, diffamare i nostri eroi, cancellare i nostri valori e indottrinare i nostri figli", ha detto Trump, secondo il quale "quelli che cercano di cancellare l'eredità" degli Stati Uniti hanno l'obiettivo di "far dimenticare" agli americani "l'orgoglio e la grande dignità".

Nel suo discorso di 40 minuti sotto al monumento in South Dakota che raffigura i volti di quattro presidenti americani, Trump ha denunciato ancora quanti "vogliono abbattere le nostre convinzioni, la nostra cultura e identità che hanno reso l'America la società più forte e tollerante nella storia" del genere umano. "Il Monte Rushmore - ha assicurato - resterà per sempre come tributo eterno ai nostri antenati ed alla nostra libertà".

Quindi il presidente ha annunciato che firmerà un ordine esecutivo per innalzare "un nuovo monumento ai giganti del nostro passato", un parco che sarà chiamato "Giardino nazionale degli eroi americani".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.