Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Wisconsin, scontri tra polizia e dimostranti Black Lives Matter

ESTERI
Wisconsin, scontri tra polizia e dimostranti Black Lives Matter

(Afp)

Centinaia di persone hanno manifestato la notte scorsa a Kenosha, in Wisconsin, dove domenica la polizia ha sparato alla schiena a Jacob Blake, mentre stava cercando di entrare nell'auto dove c'erano i suoi figli. Le proteste, iniziate in modo pacifico, sono presto precipitate e quando è scattato il coprifuoco imposto alle 20 la polizia ha schierato agenti in tenuta antisommossa di fronte alla sede del tribunale. Visto che la manifestazione non si disperdeva, sono stati usati lacrimogeni. I dimostranti hanno risposto lanciando petardi, distruggendo vetrine e appiccando fuochi in diverse zone della città.


Rimangono gravi, fa sapere la famiglia, le condizioni di Blake. Il padre denuncia che è rimasto paralizzato dalla vita in giù e i medici non sanno ancora se il ragazzo potrà recuperare. Al Chicago Sun Times racconta che il figlio ha "otto buchi" nel corpo. "Cosa giustifica tutti questi spari? - chiede Jacob Blake Senior - Cosa giustifica averlo fatto davanti ai miei nipoti?". Sospesi dal servizio gli agenti che hanno aperto il fuoco. Il dipartimento di Giustizia del Wisconsin ha avviato un'indagine sulla sparatoria che è stata ripresa in un video.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.