Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Russia, Procura generale: "Nessun elemento di reato in ricovero Navalny"

ESTERI
Russia, Procura generale: Nessun elemento di reato in ricovero Navalny

(Afp)

Non è stato rinvenuto alcun elemento di reato nel ricovero di Aleksei Navalny a Omsk, ha reso noto un portavoce dell'ufficio della Procura generale russa, poche ore dopo l'avvio di una indagine preliminare sul caso. Ieri il Presidente Putin aveva chiesto l'apertura di una indagine approfondita e obiettiva sulle circostanze del caso. L'indagine preliminare effettuata viene definita "di routine" per coloro che si sentono male a bordo di un aereo di linea.


Nell'ambito dell'indagine era stato effettuato un primo sopralluogo nei luoghi in cui Navalny era passato e sono stati raccolti "più di cento oggetti che possono avere valore di prova".

Intanto i medici tedeschi che hanno in cura Navalny hanno contattato i colleghi bulgari che nel 2015 avevano seguito il caso di Emilian Gebrev, un trafficante di armi locale avvelenato con una sostanza simile a quella che sembra essere stata usata contro l'oppositore russo. Lo rende noto Der Spiegel.

Il settimanale tedesco, che sul caso Gebrev coopera con il gruppo di giornalisti investigativi di Bellingcat, ha stabilito che la sostanza che ha avvelenato Navalny appartiene al gruppo degli organofosfati. Lo scorso autunno, Der Spiegel e Bellingcat avevano identificato otto presunti funzionari dei servizi militari russi del Gru che avevano fatto avanti e indietro con la Bulgaria nei giorni precedenti all'avvelenamento di Gebrev.

Nel 2018, dopo il caso di Sergei Skripal, le autorità bulgare avevano riaperto il caso di Gebrev, che è sopravvissuto e, allora, aveva chiesto la revisione del suo caso. Gli inquirenti bulgari si erano recati in Inghilterra per prendere contatti con i loro colleghi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.