Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Berlino, protesta contro misure anti Covid: interviene la polizia, un arresto

ESTERI
Berlino, protesta contro misure anti Covid: interviene la polizia, un arresto

(Afp)


Sale la tensione nel centro di Berlino, dove numerose persone resistono all'ordine di scioglimento della manifestazione contro le misure anti Covid-19, con blocchi di strade e sit-in. Una persona è stata arrestata per il lancio di una bottiglia, mentre un cestino della spazzatura è stato dato alle fiamme a Friedrichstrasse, una delle strade dello shopping. Alcune immagini video mostrano gli agenti che trascinano via i manifestanti. La polizia ha riferito di un sit-in con una quarantina di persone a Schiffbauerdamm e di un blocco in Universitaetsstrasse.


La manifestazione è stata organizzata dal gruppo la Querdenken 711 (pensiero laterale 711), che contesta le misure restrittive anti covid. La polizia ne ha ordinato lo scioglimento di fonte al mancato rispetto delle distanze e al fatto che pochi indossavano la mascherina. Circa 300mila agenti sono stati dispiegati in occasione della protesta.

Questa mattina erano circa un migliaio le persone riunite sul viale dell'Unter den Linden a Berlino: molti manifestanti hanno scandito slogan presi in prestito alle proteste del 1989 contro il regime della Germania est: "Aprite i cancelli" e "il popolo siamo noi". La manifestazione è stata autorizzata dal tribunale dopo che le autorità l'avevano inizialmente vietata per motivi sanitari. Ad un'analoga protesta ai primi di agosto pochi indossavano la mascherina e le distanze non erano rispettate. Le forze dell'ordine hanno promesso ieri di intervenire tempestivamente in caso di altre violazioni. Il numero di manifestanti col passare del tempo è arrivato circa a 18.000, secondo stime della polizia, che è poi intervenuta per disperdere la marcia a causa proprio della violazione delle regole igieniche.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.