Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Dorme al volante e la Tesla sfreccia a 150 km orari: denunciato

ESTERI
Dorme al volante e la Tesla sfreccia a 150 km orari: denunciato

Immagine via Twitter @RCMPAlberta

La polizia canadese ha accusato un ragazzo di 20 anni di guida pericolosa. Il ragazzo è stato denunciato perché ha messo la sua Tesla Model S del 2019 in modalità "pilota automatico" mentre dormiva al volante, lasciando l'automobile libera di raggiungere i 150 kilometri orari.


La Royal Canadian Mounted Police (RCMP) ha detto di aver ricevuto una segnalazione in merito ad un'auto che accelerava pericolosamente presso Ponoka, Alberta. Il veicolo viaggiava a più di 140 km orari, con entrambi i sedili anteriori "completamente reclinati ed entrambi gli occupanti che sembravano dormire", ha detto l'RCMP. Lo stesso corpo di polizia ha pubblicato una foto dell'automobile e fatto un resoconto dell'accaduto su Twitter.

Quando la macchina della polizia si è avvicinata al veicolo con le luci di emergenza, la Tesla "ha iniziato ad accelerare automaticamente" a 150 km orari. Dopo aver fermato il veicolo, l'ufficiale ha accusato il conducente di eccesso di velocità e gli ha sospeso la patente per 24 ore. Dopo ulteriori indagini, la polizia lo ha accusato anche di guida pericolosa ed è stato convocato a comparire in tribunale a dicembre.

"Sebbene i produttori di nuovi veicoli abbiano integrato delle protezioni per impedire ai conducenti di trarre vantaggio dai nuovi sistemi di sicurezza dei veicoli, questi sistemi sono proprio questo: sistemi di sicurezza supplementari", ha detto il sovrintendente Gary Graham di Alberta RCMP Traffic Services. "Non sono sistemi di guida autonoma, hanno comunque la responsabilità della guida".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.