Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Trump-Biden, Masia: "Dibattito troppo acceso, non ci sono vincitori e non sposterà voti"

ESTERI
Trump-Biden, Masia: Dibattito troppo acceso, non ci sono vincitori e non sposterà voti

(Fotogramma)

Un dibattito "troppo acceso", a suon d'insulti, senza vincitori, che non potrà spostare i voti degli indecisi. E' questo il giudizio del sondaggista Fabrizio Masia sul primo dibattito televisivo fra il presidente americano Donald Trump e il suo sfidante Joe Biden. Un dibattito che, dice all'Adnkronos il direttore di Emg Acqua, è sembrato come "uno scontro fra due pugili in un combattimento senza regole", davanti alle rispettive tifoserie.


E' stato un dibattito "troppo acceso", "non ricordo una cosa così forte in Italia", qui c'è stata "una successione di insulti, ci si è confrontati molto poco su idee e contenuti della campagna", afferma il sondaggista. E' stata una comunicazione "violenta, poco basata sulla costruzione della grammatica, molto sulla delegittimazione dell'avversario", continua Masia, secondo il quale "pochi voti possono essere spostati da un dibattito del genere in cui la gente capisce poco o nulla", dove "non ci sono indicazioni valoriali o programmatiche" che possano far presa sugli indecisi.

Secondo Masia un dibattito di questo genere non sposta voti "sui temi e sui target" cruciali negli Stati in bilico sui quali si gioca la vittoria alle presidenziali, non serve "ad avvicinare gli elettori indecisi". "Non vedo un vincitore" fra Trump e Biden, afferma il sondaggista. "E' stato uno scontro alla pari, l'approccio di Trump è stato più aggressivo ma non è che Biden è stato a guardare".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.