Cerca

Salvini invoca le maniere forti: "Basta guanti di velluto. Ora ergastolo e castrazione chimica"

POLITICA
Salvini invoca le maniere forti: Basta guanti di velluto. Ora ergastolo e castrazione chimica

Matteo Salvini

''Per estirpare la malavita occorrono maniere forti e non i guanti di velluto. Il governo Renzi sta facendo esattamente il contrario''. Parola di Matteo Salvini, che, durante un incontro alla stampa estera, a chi gli chiede quali misure adotterebbe se fosse al governo dice: ''In Italia di fatto l'ergastolo non c'è più. Occorrerebbe ripristinarlo, per me certi personaggi non dovrebbero più vedere la luce del sole''. Ma il segretario della Lega va oltre e pensa anche alla ''castrazione chimica per chi commette violenze sessuali". "Chi lo fa anche solo una volta deve essere messo fisicamente nelle condizioni di non poterlo fare mai più'', va giù duro.


Dalla malavita a mafia capitale il passo è breve. "Se fossi in Marino toglierei il disturbo. Ma non perché io creda che sia implicato nella vicenda della corruzione, ma semplicemente perché 'nun l'è bun', non è capace", aggiunge il leader del Carroccio, secondo cui è naturale che il Pd non voglia andare alle elezioni comunali a Roma "perché - sostiene - è chiaro che Renzi non vince più per altri venti anni". D'altra parte, sottolinea, il premier "sarà anche simpatico, sfoggia maglioncini colorati, fa tweet e mangia gelati, ma in politica economica non ne sta beccando una'', sottolinea, e aggiunge: ''L'Europa va abbattuta e ricostruita. A Bruxelles non c'è nulla di riformabile, ci sono solo una serie di gruppi di potere che hanno in odio l'Italia. Lì c'è un nuovo muro di Berlino: prima lo abbattiamo meglio è''. ''A Bruxelles -accusa ancora il segretario del Carroccio- si fanno scelte economiche che vogliono riportarci ad un clima di guerra fredda''.

Nel mirino di Salvini anche Grillo. Il referendum sull'euro promosso dal M5S ''è una perdita di tempo, una presa in giro - aggiunge - Si tratta di un referendum consultivo che nemmeno la Costituzione prevede, avrebbe tempi lunghissimi ed efficacia zero''.

Il segretario della Lega non risparmia nemmeno il centrodestra: "Attualmente non esiste. Ma se un progetto ci sarà, il leader e i suoi protagonisti dovranno essere scelti dalla piazza, dai cittadini, di certo non dalle segreterie di partito''. ''In Italia ci manca una Marine Le Pen viste le donne che abbiamo in Parlamento'', dice ancora Salvini, che però non nasconde l'esistenza di punti di divergenza con la leader del Front National: ''Io sono e rimarrò per sempre autonomista e federalista -sottolinea- sono d'accordo con Le Pen sul 99% delle cose, ma non cambio il mio Dna per un accordo. L'Italia sta insieme solo se riconosce le sue differenze in un sistema federale, altrimenti salta tutto''.

Non poteva mancare un passaggio sull'immigrazione: gli altri Paesi dell'Unione europea, a partire dall'Austria, ''fanno bene a difendere i loro confini, è l'Italia che non difende i suoi cittadini - osserva il segretario leghista - Tutta colpa della premiata ditta Alfano-Renzi''. ''Oggi -rimarca- sono stati diffusi gli ultimi dati sui morti nel Mediterraneo. Sono stati 419mila, morti sulla coscienza degli amici di Mare Nostrum''.

Salvini ritorna anche sulla copertina di 'Oggi' che lo ritraeva a torso nudo in un letto. Una mossa per conquistare voti? "No, non abbiamo società o uffici di marketing che ci abbiano suggerito questo. Era per scherzare, è giusto ridere di sé e fa bene, molti si prendono troppo sul serio", ha concluso ricordando, però, che il ricavato della vendita degli scatti sarà devoluto in beneficenza.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.