Cerca

Caso Ruby, Berlusconi attende sentenza Cassazione: ''Sono sereno, ho coscienza a posto''

Cav resta ad Arcore, pranza con figli fa punto con legali e vede vertici Mediaset, sono certo di mia innocenza

POLITICA
Caso Ruby, Berlusconi attende sentenza Cassazione: ''Sono sereno, ho coscienza a posto''

Silvio Berlusconi

Assoluzione o appello bis. E' questo il dilemma su cui si sta arrovellando in queste ore Silvio Berlusconi, insieme ai suoi legali ad Arcore, alla vigilia della sentenza della Cassazione di domani sul caso Ruby. Il timore che possa ripiombare nell'incubo di un nuovo processo è forte. Così come lo preoccupano i filoni d'inchiesta ancora aperti a Napoli per la presunta compravendita di senatori e a Bari per il caso Tarantini. Ma il Cav è convinto che alla fine prevarrà la verità e per questo, raccontano, avrebbe assicurato ai suoi in queste ore di essere sereno, perché ha la coscienza a posto.


L'ex premier, come ogni lunedì, ha pranzato con i figli e ha visto i vertici Mediaset per fare il punto della situazione. Per lui si preannuncia, dunque, un 'giorno del giudizio', che avrà ancora una volta conseguenze politiche, visto che è in ballo la sua piena 'riabilitazione' dopo aver scontato la pena i 'servizi sociali' a Cesano Boscone per la sentenza Mediaset. Da Villa San Martino non trapela nessun commento sull'attesa del 'verdetto' della Suprema Corte. Il presidente azzurro è concentrato sulla pronuncia, il nodo delle regionali e la spaccatura di Fi sulle riforme con i 'filorenziani' tentati dal sì al ddl Boschi, per ora passano in secondo piano.

Sono tranquillo, sicuro della mia innocenza, va ripetendo Berlusconi a chi ha avuto modo di sentirlo in queste ore.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.