Home . Fatti . Politica . Roma, Raggi: "Mai lavorato per studio Previti, ho svolto lì la pratica forense" /Ascolta

Roma, Raggi: "Mai lavorato per studio Previti, ho svolto lì la pratica forense"

POLITICA
Roma, Raggi: Mai lavorato per studio Previti, ho svolto lì la pratica forense /Ascolta

Virginia Raggi (Adnkronos)

''E' un'accusa che mi fa sorridere. Non ho mai lavorato per lo studio Previti ma, 13 anni fa, ho svolto la pratica forense allo studio Previti. Ho fatto il giro delle cancellerie, come tutti i praticanti ero una specializzata in file''. Così Virginia Raggi, candidata M5S a sindaco di Roma, ha replicato alle ironie rivoltele da alcuni esponenti del Pd sul suo passato lavorativo da avvocato nello studio Previti. ''Non l'ho inserita nel curriculum, è una cosa di 13 anni fa, - ha detto - come non ho inserito le famiglie dove ho fatto la babysitter''.


''Abbiamo deciso di iniziare una campagna così importante qui alla stampa estera - ha spiegato in conferenza stampa - perché in questo ultimo anno sono usciti molti articoli anche brutti sulla nostra città. Invasi dall'immondizia, mafia capitale al centro della scena politica internazionale". "Grazie ai grandi partiti - ha detto - abbiamo anche mafia capitale, oltre la mafia la camorra la 'ndrangheta. Roma non è solo questo. Vogliamo quindi rilanciare l'immagine di Roma sporcata da queste brutte vicende''.

''Marino l'hanno definito un alieno. In realtà - ha sottolineato Raggi - era il terminale di un partito, il Pd, che ha attraversato un arco botanico dalla Quercia, all'Ulivo alla Margherita. Ha dichiarato di voler cambiare, ma era legato mani e piedi con un partito che con questo sistema ci è sceso a patti, e non lo diciamo noi, lo dicono le intercettazioni. Sarà dura ma abbiamo la consapevolezza che le nostre mani libere ci aiuteranno''. ''Anche i sindacati fanno parte di questo sistema. A Roma c'è un intreccio malato tra politica, sindacati e corruzione. A Livorno - ha sottolineato - i sindacati sono scesi in piazza per difendere tessere e privilegi''.

A chi le chiedeva se Beppe Grillo e Roberto Casaleggio parteciperanno alla campagna elettorale per la sfida al Campidoglio, Raggi ha risposto: ''Non lo so, credo che ci sentiremo''.

Parlando dei campi rom a Roma, Raggi ha detto: "Sono un'emergenza che dura da 20 anni. Ogni anno si spendono 24mln per mantenerli in situazione di degrado e per mantenere persone che potrebbero lavorare. Il superamento dei campi rom quindi non è più rinviabile. Queste persone hanno gli stessi doveri e gli stessi diritti di tutti. Non è accettabile mantenere persone che possono lavorare ".

Sulla Metro C la candidata a sindaco di Roma del M5S ha dichiarato: "E' nata come progetto 30 anni fa. Solo a Roma ci mettiamo 30 anni per progettare e costruire una metro. Oggi i lavori sono ad uno stato avanzato, non è possibile dire fermiamoci a San Giovanni. Forse si arriverà al Colosseo, poi per le stazioni successive vedremo cosa fare''.

A proposito della candidatura della capitale alle Olimpiadi 2024 Raggi ha detto: ''Noi vorremmo che i cittadini si esprimessero su questa candidatura, dopo avergli spiegato opportunità e pericoli". "In aula ci siamo scagliati contro le Olimpiadi, visto che abbiamo a Roma tante opere non concluse, e che queste di solito vanno ad alimentare flussi di denaro non leciti. Se questa città dovesse risorgere dalle sue miserie, e darci fiducia, potrebbe anche essere che nel 2024 Roma sia pronta a gestire Olimpiadi pulite. Piano piano, con noi al governo della città, ci possiamo riuscire'', ha concluso.

Raggi ha poi affermato: ''Siamo favorevoli a uno stadio per la Roma e per la Lazio. Ma siamo contro le speculazioni: su 1 milione di metri cubi di cemento solo il 14% si riferisce allo stadio della Roma, quindi era una chiara speculazione. Faremo lo stadio ma solo senza speculazione edilizia''.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.