Il Virile Ministro Orlando: la pagina è un piccolo cult social

POLITICA
Il Virile Ministro Orlando: la pagina è un piccolo cult social

(Facebook /Il Virile Ministro Orlando)

"Ehi, andiamo da me? Ti faccio vedere il mio poster di Berlinguer". Occhi verdi, sorriso ammiccante e un'agenda piena di numeri di compagne adoranti. Andrea Orlando diventa un piccolo cult della Rete grazie a Facebook e, soprattutto, a una pagina satirica che ne sottolinea con ironia le 'maschie doti': sulla scia di 'Gattini per Civati' e 'Matteo Renzi fa cose', da qualche tempo si è infatti imposta all'attenzione degli utenti la fanpage 'Il virile ministro Orlando', raccolta di post esilaranti sulle avventure - romantiche e non solo - del Guardasigilli in piena campagna elettorale. Un Orlando 'parallelo' insomma, che alla serietà dell'originale contrappone le doti da Casanova e il gusto per lo sfottò all'avversario.


Oltre al resoconto delle innumerevoli conquiste del ministro di circolo Pd in circolo Pd, è infatti Matteo Renzi il bersaglio privilegiato della pagina, "scout sfigato" colpito e affondato quasi quotidianamente con frecciatine che ne sottolineano la distanza siderale nelle capacità, nell'aspetto e soprattutto nello charme dal 'virile'. Ed è così che tra un Negroni sorseggiato in onore degli amici Socialisti Gaudenti (altro cult su Facebook per gli appassionati di satira politica), una serata in discoteca e una poesia dedicata all'amata ministra Boschi, l'alter ego di Orlando spopola fra i fan, che ricambiano regalando vagonate di like e commenti a quella che, almeno finora, sembra essere l'unica corsa alla segreteria Pd che appassiona per davvero elettori democratici e non, trasformando lo scontro con l'ex premier e Michele Emiliano in una competizione tutta da ridere.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.