Home . Fatti . Politica . Ottimismo Lega-5S: "Passi avanti significativi"

Ottimismo Lega-5S: "Passi avanti significativi"

POLITICA
Ottimismo Lega-5S: Passi avanti significativi

Incontro alla Camera tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Il colloquio tra il leader del M5S e il segretario della Lega si è svolto nella Sala Siani del Palazzo dei Gruppi. "Sta andando bene, tutto bene" ha detto all'AdnKronos il leader del Carroccio lasciando Montecitorio. "Berlusconi? - ha aggiunto -. Stanotte non l'ho sentito".

Poi, in una nota congiunta, i due leader fanno sapere che, "sulla composizione dell’esecutivo e sul premier, sono stati fatti significativi passi in avanti nell’ottica di una costruttiva collaborazione tra le parti con l’obiettivo di definire tutto in tempi brevi per dare presto una risposta e un governo politico al Paese". Il tutto, aggiungono, in un "clima positivo per definire il programma e le priorità di governo".

TAVOLI A OLTRANZA - Inoltre, "già oggi pomeriggio ci sarà la prima riunione con i responsabili tecnici dei diversi settori MoVimento 5 Stelle e Lega" annunciano al termine del faccia a faccia a Montecitorio. "Faremo dal pomeriggio con la Lega tavoli ad oltranza per scrivere il contratto di governo, che resta il punto centrale ed è sul modello tedesco" dice Di Maio, uscendo dalla Camera.

TOTO NOMI - "Con Matteo Salvini ci siamo detti che prima si parla di contenuti e dopo parliamo dei nomi", aggiunge il leader del M5S. "Dobbiamo unire due tipi di programmi che non sempre sono compatibili". E ancora, "dobbiamo evitare il gioco del toto-temi e del toto-nomi". Con Salvini "ci siamo detti che prima si parla dei temi e dopo dei nomi: discuteremo di tutto quello che c'è nei programmi", assicura. "Poi si parlerà dei nomi".

DIRETTA FB - "E' finito da poco l'incontro con Matteo Salvini - ha poi detto Di Maio durante una diretta Facebook -. Ieri sera si sono create le condizioni per cominciare a lavorare a un governo del cambiamento M5S-Lega. Io sono molto orgoglioso del fatto che siamo arrivati fin qui mantenendo la nostra linearità, la nostra coerenza e portando avanti in maniera lineare la nostra linea politica".

I TEMI - "Abbiamo raggiunto un grande obiettivo. Però adesso passiamo il prima possibile a dare un governo all'Italia - ha aggiunto -. Alle 9 ho incontrato Matteo Salvini e convenivamo tutti e due sul fatto che si debba iniziare a parlare di temi. I temi e le soluzioni ai problemi degli italiani che aspettiamo da 30 anni".

IL CONTRATTO - "Già oggi pomeriggio si riunirà un tavolo con politici e tecnici del M5S e della Lega per cominciare finalmente a scrivere il contratto di governo. Perché il nostro obiettivo è quello: portare a casa un contratto di governo che possa migliorare la qualità della vita degli italiani".

GIORGETTI - A quanto si apprende, Salvini è stato al tavolo col capo politico pentastellato accompagnato dal capogruppo alla Camera della Lega, Giancarlo Giorgetti. Presente anche Vincenzo Spadafora. Di Maio è giunto attorno alle 8 mentre una mezz'oretta dopo è stato il leader della Lega a varcare il portone di Montecitorio.

PREMIER- Dopo la svolta legata al 'passo di lato' di Silvio Berlusconi - che ha tolto il veto alla possibilità di un esecutivo Lega-M5S - scatta ora il toto-nomi per la presidenza del Consiglio. Di Maio ha più volte ribadito che, una volta messi sul tavolo i temi, "si parlerà di nomi. Non c'è nessuna volontà di tradire la parola data pubblicamente" sul fatto di decidere un premier terzo insieme a Salvini. E proprio Giorgetti è uno dei papabili per Palazzo Chigi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.