Home . Fatti . Politica . "Pronti a guerra con Salvini", e il ministro risponde ai migranti

"Pronti a guerra con Salvini", e il ministro risponde ai migranti

POLITICA
Pronti a guerra con Salvini, e il ministro risponde ai migranti

(Fotogramma /Ipa)

"Ci siamo noi, e siamo pronti ad andare fino alla guerra contro Salvini e Di Maio". Una protesta di alcuni rifugiati contro il governo, il razzismo e per i diritti dei migranti, ripresa da uno smartphone e condivisa dal ministro dell'Interno. Questo l'ultimo post di Matteo Salvini, che decide di 'postare' sui social un estratto dal video dove un migrante, microfono alla mano, parla di immigrazione come "soluzione per l'Italia" perché "prima dell'immigrazione l'Italia non era così, il governo non aveva quasi nulla, con l'immigrazione - afferma - è riuscita a competere coi Paesi europei. Ma oggi vogliono scambiare la soluzione con il problema".


Parole alle quali il titolare del Viminale - fra gli applausi dei sostenitori che parlano di "facinorosi da rispedire al loro Paese" - ha deciso di replicare via social: "Io - scrive Salvini - non faccio nessuna guerra, invece. Applico solo il buonsenso: un'immigrazione con regole, controlli e integrazione è un fattore positivo, l’invasione di centinaia di migliaia di presunti profughi, consentita da chi ci ha preceduto, NO".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.