Home . Fatti . Politica . Stop alla prescrizione ma dal 2020

Stop alla prescrizione ma dal 2020

POLITICA
Stop alla prescrizione ma dal 2020

(Fotogramma)

Stop alla prescrizione ma a partire dal 2020. Alla fine Lega e M5S hanno trovato la quadra sul ddl 'spazzacorrotti' dopo giorni di malumori e accuse reciproche che hanno fatto traballare la tenuta del governo stesso. Durante il vertice tenutosi ieri a Palazzo Chigi tra il premier Conte, i due vice Salvini e Di Maio e il guardasigilli Bonafede si è infatti raggiunto un accordo preciso: il blocco della prescrizione dei processi entra subito nel ddl anticorruzione, che approderà in Aula il 19 novembre, ma sarà in vigore tra un anno, quando sarà approvata la riforma del processo penale.

Raggiunto quindi il compromesso che si attendeva da giorni e che, almeno per il momento, sembra scongiurare una crisi di governo. Tanto che, stando ad autorevoli fonti dell'esecutivo, durante il vertice a Palazzo Chigi il vicepremier Salvini avrebbe rassicurato il collega Di Maio sulla lealtà della Lega e sul fatto che non ci saranno trappole per staccare la spina all'esecutivo prima di naturale scadenza.

Tutto ciò mentre a Montecitorio le opposizioni insorgevano, chiedendo al presidente Fico l'annullamento del voto in commissione sull'allargamento del ddl anticorruzione al tema della prescrizione. Sul piede di guerra anche l'Unione delle Camere penali, che parlando di "sciagurate iniziative" dell'attuale maggioranza di governo ha proclamato quattro giorni di sciopero. Il tema della prescrizione è dunque destinato ancora a far discutere. A partire dal 19 novembre, quando il ddl anti-corruzione tornerà in aula per la discussione generale, per poi procedere all'esame e alla votazione degli emendamenti nei due giorni successivi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.