Home . Fatti . Politica . Salvini: "Assassino comunista torna in galera"

Salvini: "Assassino comunista torna in galera"

POLITICA
Salvini: Assassino comunista torna in galera

(Foto Adnkronos)

"In diretta dall’aeroporto di Ciampino, finalmente l’assassino comunista Cesare Battisti torna nelle patrie galere. Giornata storica per l’Italia". E' il tweet del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, subito dopo l'atterraggio del Falcon 900 all'aeroporto di Ciampino che ha riportato in Italia Cesare Battisti dopo 37 anni di latitanza.


Durante il punto stampa all'aeroporto di Ciampino, organizzato dopo l'arrivo dell'ex terrorista, Salvini ha sottolineato: "Ci tengo a nome di 60 milioni di italiani a ringraziare le forze dell'ordine per questo sole, questa speranza, questa certezza, questa ritrovata fiducia nella giustizia. Il clima è cambiato, chi sbaglia paga. L'Italia è un Paese sovrano, libero, rispettato, rispettoso e rispettabile". E "grazie al mutato clima politico a livello mondiale, dopo 37 anni finalmente finirà dove merita un assassino, un delinquente, un infame, un vigliacco che non ha mai chiesto scusa".

Il titolare del Viminale ha ringraziato inoltre "il governo brasiliano, il presidente Bolsonaro e le autorità boliviane che hanno fatto in modo che questo lunedì fosse memorabile per tutti". "Questo non è un punto di arrivo ma un punto di partenza - ha scandito il vicepremier - Sono sicuro che le nostre forze dell'ordine con la collaborazione dei servizi stranieri potranno riassicurare alla giustizia italiana e alle galere italiane altre decine di delinquenti e assassini che sono ancora a godersi la vita in giro per il mondo". "Il nostro pensiero - ha sottolineato ancora - va ai familiari delle vittime che spero di abbracciare, incontrare e guardare negli occhi nei prossimi giorni al ministero dell'Interno".

Poi, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha ribadito: "Lavoriamo ora su altre decine di terroristi e su alcuni abbiamo elementi positivi". Quanto alla cattura di Battisti c'è "poco da aggiungere, è cosa che aspettavamo da 37 anni, c'è stata anche un po' di fortuna che non guasta mai".

Tra Bolsonaro e Salvini c'è stata una lunga, cordiale e costruttiva telefonata. “Gli ho ribadito l’enorme grazie a nome di 60 milioni di italiani per averci permesso di chiudere positivamente la questione Battisti e ci siamo impegnati ad incontrarci presto in Brasile o in Italia per rinsaldare i legami tra i nostri popoli, i nostri governi e la nostra amicizia personale”, ha spiegato il titolare del Viminale.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.