Cerca

Botta e risposta Di Battista-Boschi su reddito

POLITICA
Botta e risposta Di Battista-Boschi su reddito

(Fotogramma)

"L'atteggiamento radical chic rappresenta la loro morte politica. Partecipano alle cene da 6.000 euro a tavolo e scrivono queste stupidaggini trattando le persone che vivono in povertà come semplici fancazzisti. Gli italiani ormai li odiano e neppure se ne rendono conto. Continuano imperterriti nella strada dell'arroganza. Si guardano l'ombelico, al massimo lo sguardo lo rivolgono solo verso l'ultima borsa di Hermes acquistata ''per far girare l'economia'' e appesa nell'armadio in mezzo alla naftalina. Ma la verità è che sotto naftalina ormai ci sono loro. Conserviamoli per i posteri. Affinché i futuri uomini politici sappiano come non diventare mai. P.S. Domenica sarò ospite da Fazio. Coraggio!". Lo scrive Alessandro Di Battista su Facebook, postando anche il commento di Maria Elena Boschi sul reddito di cittadinanza.


E l'ex ministro delle riforme risponde a stretto giro: "Di Battista -scrive anche lei su Facebook- dice che io sono radical chic perché contraria al reddito di cittadinanza. Invece andare sei mesi stipendiato dal Fatto Quotidiano (a proposito: quante borse si comprano con lo stipendio pagato dal Fatto?) in giro per il mondo a farsi selfie come lo chiamiamo? Dovete rassegnarvi: c'è anche chi non la pensa come voi. Per me il reddito di cittadinanza è un errore. Lo scrivo. E inizia il manganello mediatico ispirato da Dibba e dai suoi. Commenti volgari, insulti, offese. Si può ancora esprimere un'opinione o è già ufficialmente vietato dal Sacro Blog? Io nel dubbio continuo a dire la mia senza paura e senza incertezze".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.