Bufera su 'Libero', Feltri: "Chi ci spara addosso ha letto solo il titolo"

POLITICA
Bufera su 'Libero', Feltri: Chi ci spara addosso ha letto solo il titolo

(Fotogramma)

"L'omofobia ce l'ha in testa chi ci critica". Il direttore di 'Libero' Vittorio Feltri replica così alle polemiche suscitate dal titolo di oggi del quotidiano ('Calano fatturato e Pil ma aumentano i gay'). "Chi ci spara addosso - dice all'Adnkronos - ha letto solo il titolo ma non il testo, in caso contrario avrebbe scoperto che quei dati ci sono stati forniti dalle stesse associazioni gay. Di cosa ci si offende? Se calano fatturato e Pil c'è qualcuno che se ne rallegra? E' un titolo fattuale, come direbbe Crozza". "E' un dato di fatto - sottolinea - abbiamo citato delle cifre, cosa c'è da indignarsi? Dov'è il problema, non si può dire che aumentano i gay? Siamo forse in Iran?".


Quanto alla notizia dell'avvio della procedura interna per vagliare la possibilità di bloccare l'erogazione dei fondi residui spettanti al quotidiano, come annunciato dal sottosegretario con delega all'editoria Vito Crimi, Feltri dichiara: "Si parla da mesi del blocco dei fondi, chiamano i giornalisti 'puttane' e nessuno si scandalizza. Danno soldi a cani e porci e poi - conclude - dicono che siamo noi a uccidere la democrazia".

''Il titolo sui Gay? Sono gli unici che non sentono la crisi, Non si può dire? Secondo me invece il governo non si può permettere di censurare un giornale. Ci chiudesse allora, non capisco cosa voglia da noi''. Nessun dubbio nel difendere la prima pagina nemmeno per Pietro Senaldi, direttore editoriale del quotidiano. ''Noi facciamo dei titoli normali - dice - quello di oggi non offende nessuno e in futuro continueremo a fare titoli così, comprensibili e normali. E su questo diritto si è pronunciata anche la Federazione della Stampa''.

Senaldi invita a leggere titolo e articolo: ''Dire che aumentano i gay è irriguardoso? A me non sembra. Non c'e' alcun giudizio di merito. Non apre contro i gay. Se si legge l'articolo si capisce che il paese è in crisi e gli unici a non sentirla sono gli omosessuali che aumentano. Dire che aumentano i cinesi è irriguardoso? Non si può scrivere? Forse il fatto che aumentano è un problema per qualcuno, ma non per noi''.

Il direttore invita a leggere anche gli altri giornali: ''Tutti aprono sul fatto che la Germania non manda una nave nell'operazione Sophia e i cattivi sono gli italiani. Ma siamo impazziti? Calano fatturato e Pil e la gente si preoccupa che aumentano gli omosessuali. Sinceramente non capisco''.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.