Caso Diciotti, martedì il voto

POLITICA
Caso Diciotti, martedì il voto

(Fotogramma)

Caso Diciotti, martedì si vota. La giunta delle elezioni e delle immunità si riunirà il 19 febbraio dalle 13.30 per votare sulla richiesta di autorizzazione a procedere per il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Si inizia dalla dichiarazione di voto. "Torneremo a riunirci per le dichiarazioni di voto e immagino le votazioni martedì 19 febbraio alle 13.30, perché c'è Aula, oggi si è esaurita la discussione, con gli interventi di praticamente tutti i senatori della Giunta" ha detto il presidente della giunta delle elezioni e delle immunità Maurizio Gasparri, al termine della riunione di oggi dell'organismo.


Intanto, mente i Cinque stelle sembrano ormai pronti al 'no' in Giunta, magari preceduto da una votazione on line, ieri in 15 pagine Gasparri ha spiegato la sua richiesta di non dare il via libera alla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini. A parere di Gasparri, dalle carte emerge come Salvini "ha agito per tutelare preminenti interessi di natura pubblica nel quadro di una azione di politiche di governo sul contrasto dell'immigrazione e di tutela della sicurezza nazionale che più volte il governo ha espresso nelle sedi parlamentari". E quindi non bisogna concedere alcuna autorizzazione.

Rimane invece ancora 'nascosta' la scelta che faranno i senatori dei Cinque Stelle, che si trincerano dietro la necessità di approfondire le carte. Ma lasciano capire che il no è dietro l'angolo. "La posizione del M5S la conoscerete martedì" ha annunciato il capogruppo pentastellato, Mario Michele Giarrusso, uscendo dalla giunta per le immunità del Senato.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.