Cerca

"Bossi è stabile e reattivo"

POLITICA
Bossi è stabile e reattivo

(Fotogramma)

Umberto Bossi è "stabile e reattivo". Lo ha detto il direttore sanitario dell'Asst dei Sette Laghi, Lorenzo Maffioli, che comprende l'ospedale di Circolo di Varese dove da ieri sera è ricoverato il Senatur. "Il paziente è monitorato costantemente, è stabile ed è reattivo'' - ha spiegato il direttore sanitario - . Faremo sapere ulteriori informazioni appena avremo ulteriori notizie in merito e col consenso della famiglia''. Sono "in programma ulteriori accertamenti diagnostici di tipo neurologico per completare la diagnosi" su Bossi.


IL FIGLIO: "PAPA' UN GUERRIERO"

Maffioli ha spiegato inoltre che sono "in programma ulteriori accertamenti diagnostici di tipo neurologico per completare la diagnosi" sul Senatur. Presente con il direttore sanitario per la lettura del comunicato anche Renzo Bossi, secondogenito di Umberto, che non ha voluto rilasciare dichiarazioni o commenti, confermando la linea del massimo riserbo della famiglia sulle condizioni del senatore. In visita all'ospedale di Varese è arrivato anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti. "Sono venuto a trovarlo", ha detto. "Ho mandato a Bossi un saluto affettuosissimo anche oggi" ha detto Silvio Berlusconi, ospite a 'L'Aria che tira'. "Prima di venire qui in auto ho sentito il figlio di Umberto che mi ha rassicurato sulle condizioni di salute del padre... Io e Bossi siamo legati da un rapporto di amicizia molto profondo. Ma soprattutto Umberto ha una cosa che gli altri politici non hanno, è una persona davvero leale''. Matteo Salvini, fa notare la conduttrice, è sembrato "un po' freddo" negli auguri di guarigione mandati a Bossi. ''Non lo so, di solito non entro nel merito di rapporti personali'', taglia corto Berlusconi senza sbilanciarsi.

BORGHEZIO: "E' UN COMBATTENTE"

Il 77enne fondatore della Lega è stato colpito ieri pomeriggio da un malore nella sua abitazione di Gemonio ed è caduto, battendo la testa. Portato in ospedale a Varese con l'elisoccorso, è stato sottoposto a una serie di esami, dai quali non è emersa la presenza di emorragie. A fianco di Bossi ci sono la moglie e i quattro figli, che hanno chiesto il più stretto riserbo sulle sue condizioni. Domani alle 12 il prossimo bollettino medico dall'ospedale di Circolo di Varese.

"Papà come sempre è un guerriero", ha detto Renzo, contattato dall'Adnkronos. In ogni caso le condizioni del senatore restano gravi, anche per la fragilità delle sue condizioni, dopo l'ictus che lo colpì nel 2004, all'apice della sua carriera politica. L'ospedale è lo stesso in cui Bossi fu ricoverato 15 anni fa, quando era ministro delle Riforme. Ma le circostanze sono molto diverse. In quell'occasione molti esponenti del governo si precipitarono a Varese in visita al fondatore della Lega e molti militanti del Carroccio accorsero a esprimere il sostegno al loro leader e 'padre' della Padania e della secessione. Oggi, invece, solo il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, è stato visto entrare nella struttura e ieri il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Altrimenti solo tweet e post su Facebook. "In bocca al lupo a Umberto Bossi. Sono molto vicino a Bossi, lo considero un grande amico e una persona leale, qualità che manca a molti politici", ha detto Silvio Berlusconi, numero uno di Forza Italia. Pochi anche i militanti della prima ora presenti oggi all'ospedale di Circolo di Varese. Uno, con una bandana verde a raccogliere i capelli bianchi e una bicicletta tappezzata di slogan secessionisti, ha sventolato una maglietta con il sole delle Alpi a beneficio di telecamere, augurando pronta guarigione al senatur. La famiglia, invece, la moglie Manuela Marrone e i quattro figli, Riccardo, Renzo, Roberto Libertà ed Eridano Sirio, in queste ore è rimasta stretta a fianco dell'ex leader leghista.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.