Pizzarotti: "Sindaci 5S abbandonati"

Il primo cittadino di Parma all'Adnkronos: "So di primi cittadini che hanno cercato sponde e non sono stati ascoltati, non lo diranno mai in pubblico"

POLITICA
Pizzarotti: Sindaci 5S abbandonati

(Fotogramma)

di Sara Di Sciullo


I sindaci del M5s sono stati "abbandonati", in alcuni casi addirittura "scaricati". Ne è convinto il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, ex pentastellato, che all'Adnkronos spiega di non essere affatto sorpreso che in diversi casi primi cittadini M5s decidano di non ricandidarsi per il secondo mandato.

All'indomani dell'annuncio del sindaco di Livorno Filippo Nogarin, che non correrà per il bis al Comune ma per le europee, e del sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino che non si presenterà né per il secondo mandato né per l'europarlamento, Pizzarotti osserva: "I sindaci del Movimento 5 Stelle sono abbandonati. Questo è sempre stato evidente e l'ho sempre detto: serviva fare una rete comune, che non è stata mai realizzata". "So di sindaci del M5s, mai lo diranno pubblicamente, che, con le loro problematiche locali, hanno cercato una sponda per risolvere dei problemi e non sono stati ascoltati - afferma Pizzarotti -. Alla fine fare il sindaco, in questi anni, è stato visto come un disvalore perché fare il sindaco vuol dire fare delle scelte che alcune volte piacciono alcune volte non piacciono".

"E la scelta del partito dovrebbe essere quella di appoggiare i sindaci mentre in tanti casi sono stati visti come un problema, se non abbandonati", aggiunge. "Abbiamo tanti casi davanti agli occhi: Quarto, Gela, per cui i sindaci sono stati scaricati nel vero senso della parola. Quindi, non mi sorprendo che non si vogliano ricandidare", continua.

L'altro motivo della rinuncia a correre per un secondo mandato è che "non penso avrebbero le caratteristiche e i presupposti per vincere di nuovo e quindi fanno la scelta strategica del dire: 'Non ci provo neanche' se no la figura potrebbe essere quella, ad esempio di Piccitto (ndr ex sindaco M5s di Ragusa): non si è ricandidato e avendo candidato un altro, il M5s ha perso il Comune di Ragusa che aveva vinto sull'onda di tutte le vittorie del 2012-2013".

"Il Movimento 5 Stelle ha abbandonato i territori, lo dimostra in tantissime province dove di fatto non ha quasi liste", continua il primo cittadino di Parma. "La mazzata finale è stata data anche dall'alleanza con la Lega", prosegue Pizzarotti secondo il quale nei Comuni il M5s non ha "liste in più e nei Comuni in cui aveva vinto o era presente non si presenta o non riesce ad arrivare a un risultato dirimente".

"Questa può essere una tendenza" che secondo Pizzarotti dimostra che "non basta essere a livello nazionale o andare in tv per avere un rapporto con il territorio" dall'altra parte "c'è sicuramente una fase discendente che parte anche dal fatto che finché sei all'opposizione puoi dire tutto il contrario di tutto, mentre quando governi, nei comuni o al governo nazionale, fai fatica a raccontare cose diverse dalla realtà".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.