Cerca

La trans Efe Bal: "Prostituzione? Spero Salvini mi dia un ruolo"

"Mi piace, ha la pancetta, la barba, mi sembra un classico uomo turco e io sono turca, evidentemente sento un richiamo ancestrale"

POLITICA
La trans Efe Bal: Prostituzione? Spero Salvini mi dia un ruolo

Efe Bal in piazza Duomo a favore di Salvini presidente per chiedere la regolamentazione della prostituzione (Fotogramma)

di Giannandrea Carreri
"Tra pochi giorni, il 10 marzo, prendo il mio diploma alla Scuola di Formazione Politica della Lega, ne sono molto felice e mi sembra una bella coincidenza che propriio ora si riaccenda il dibattito sulla regolamentazione della prostituzione, la riapertura delle case chiuse". A dirlo all'Adnkronos è la trans di origine turca, da anni in Italia, Efe Bal, che si prostituisce "per scelta". "Spero - prosegue - che a consegnarci il diploma sia proprio Salvini: io sono leghista da anni e lo stimo da sempre, lui è la persona giusta per arrivare a regolarizzare, a rendere sicura la prostituzione, ha la forza e il consenso che servono. E spero proprio che voglia darmi un ruolo istituzionale per affrontare il tema della prostituzione, vista la mia esperienza in Italia e all'estero, la mia conoscenza di questo settore difficile e complesso. Nel caso diventerei anche un esempio, in tutto il mondo, del fatto che una prostituta può davvero cambiare vita: a maggio compirò 42 anni e mi piacerebbere rendermi utile, cambiare".


Nello specifico del tema delle case chiuse, Efe Bal si dice convinta che "certo non basterebbe riaprirle, in italia ci sono circa 60mila prostitute a 'tempo pieno' cui si aggiungono quelle occasionali, che 'arrotondano', e i clienti sono oltre nove milioni. La legge Merlin va abolita, bisogna legalizzare la prostituzione, tutelare prostitute e clienti, regolarizzare i controlli sanitari. I clienti, quasi tutti sposati, chiedono sempre più spesso rapporti non protetti, alcune li concedono, il rischio è alto e coinvolge le mogli, le famiglie dei clienti", sottolinea Efe Bal che tocca poi il tema fiscale connesso alla prostituzione: "Io le tasse le pago e ci sono governi, come quello tedesco, che ricavano forti introiti fiscali, proprio la Germania incassa sei miliari di euro. L'Italia ha bisogno di soldi e dalla prostituzione potrebbe arrivare un introito fiscale di tutto rispetto".

Alla base di tutto, ed Efe Bal tiene a sottolinearlo più volte, c'è "che questo deve riguardare chi sceglie liberamente di prostituirsi mentre lo sfruttamento, la violenza per costringere alla prostituzione, non possono essere tollerati". Messo questo paletto, la trans ribadisce che "non si può ignorare il fenomeno, nasconderlo sotto il tappeto non è una soluzione. Se un uomo vuole andare con una prostituta deve essere un suo problema, non un motivo per multarlo, purché ci siano regole chiare da rispettare per clienti e prostitute". Quanto , infine alla sua fede leghista in generale e salviniana in particolare, Efe Bal ribadisce di essere da "sempre schierata con il Carroccio, perché voglio vivere in un Paese tranquillo e sicuro e negli ultimi anni l'Italia lo era diventata sempre meno, e perchèéalle manifestazioni della Lega sono sempre stata rispettata, nessuno ha mai cercato di umiliari o mi ha guardata male". Salvini poi "mi piace come leader e anche come uomo, è l'unico politico italiano che mi ha salutato, che mi ha tenuto la mano. Mi sento una soldatessa di Salvini e poi mi piace, ha la pancetta, la barba, mi sembra un classico uomo turco e io sono turca, evidentemente sento un richiamo ancestrale".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.